Arona Domani, replica sui sanificatori dell’aria

aronadomani_logo_s

lunedì 14 dicembre 2020 – Comunicato stampa Arona Domani 
Chi chiedeva e si aspettava risposte le ha avute?
Il Sig. Sartore sta valutando querele e fa bene: fa bene a valutare.
Ribadisco tutto quanto affermato e spero che il Sig. Sartore decida di querelarmi così manteniamo i fari accessi sulla faccenda.
Il Vicesindaco dice che da tantissimi anni il Sig. Sartore svolge, con successo, diverse attività e questo nessuno lo mette in dubbio, ma parliamo seriamente: i fatti sono chiarissimi.
Il 3 novembre, data del noto trionfalistico comunicato stampa della città di Arona, esisteva solo il maglificio “Sartore M&C snc” che non aveva nemmeno nell’oggetto sociale la commercializzazione ed importazione di apparecchiature meccaniche; questo avviene solo il 10 novembre quando, di fronte ad un notaio di Arona, l’azienda cambia nome in Sartech, pur mantenendo la stessa partita IVA e modifica l’oggetto sociale. Questa, Onorevole, non è una bislacca idea, ma sono i fatti. La domanda vera è perché un politico navigato ed esperto amministratore decide di fare comperare dalla RSA otto sanificatori dal Sig. Sartore, perché nel comunicato del Comune si dice proprio che la decisione è stata presa da lui, insieme al presidente della Casa di Riposo, quando a ruota il Comune indice una bella garetta, come è giusto che faccia un ente pubblico, ed assegna ad altra società la fornitura comunale: la società si chiama Jonix di Padova, e questa si che produce macchine certificate e inserite nell’elenco dei dispositivi medici di classe 1 cosa che, nonostante tutte le ricerche fatte, non siamo riusciti a trovare per le macchine XIX Air. Non sarebbe stato più logico concordare con l’RSA l’acquisto delle stesse macchine?
On. Gusmeroli, parlando seriamente: può andare e vedersi il sito https://jonixair.com/certificazioni e quello della XIXair.it e trovare le certificazioni?? Io non ci sono riuscito. E stia tranquillo caro Vice sindaco: ci siamo documentati a fondo e le suggerisco di fare altrettanto, sia rivolgendosi alla AICARR che salendo a livello europeo andandosi a vedere la REHVA e le linee guida EU su ventilazione e covid: https://www.rehva.eu/activities/covid-19-guidance/rehva-covid-19-guidance

E poi la cosa più importante: Sig. Vicesindaco, Lei non ha vinto le elezioni. Le ha stravinte, ed in città è stimato da moltissimi aronesi; quindi la prego, umilmente, quando parla di salute pubblica e soprattutto ne scrive su documenti ufficiali della Città, di esercitare prudenza, come la esercita nelle poste di bilancio perché la gente le crede e se lei dice e ribadisce che ad Arona “uccidiamo il Covid” con delle macchine speciali c’è senz’altro qualcuno che ci crede e la questione diventa pericolosa. Una cosa è dire che autorevoli studi hanno confermato l’utilità della tecnologia al plasma freddo anche per il Covid, altra è la verifica che le specifiche macchine commercializzate siano certificate a tale scopo e siano inserite nei dispositivi medici di classe 1.
Inoltre, vista la eco che la consegna dei sanificatori ha avuto sia sulla stampa che sui social, con l’inevitabile ricaduta pubblicitaria al prodotto XIX Air, c’è anche la concreta possibilità che qualche cittadino aronese abbia nel frattempo provveduto a comprare i sanificatori commercializzati dal già Maglificio Sartore.
I sanificatori sono un’ottima cosa, purificano l’aria e aiutano a mitigare gli effetti di tanti virus. ma non uccidono il Covid19 quindi anche in presenza di sanificatori è assolutamente necessario mantenere tutte le precauzioni di rito: questo è il messaggio che deve passare e dovrebbe dirlo in modo forte e chiaro il nostro Sindaco, che invece tace.

Firmato:
Consigliere Roberto Buttà – Capogruppo Arona Domani
Consigliera Carla Tortelli
Consigliera Nezha Ed Doumi