Prosegue il servizio caritativo all’Istituto Molinari

IstitutoMolinari_EGS2018_05864_s

giovedì 23 aprile 2020 – Comunicato stampa 
In questi giorni al Molinari continua l’attività per venire incontro a chi ha bisogno di viveri e non solo.
In ottemperanza alle ordinanze delle autorità pubbliche, di concerto con il parroco si è cercato in questi mesi di continuare alcune iniziative per mantenere vivo il servizio caritativo del Molinari, seguendo nuove modalità che potessero tutelare tanto gli assistiti quanto i volontari.
Alcuni servizi sono stati sospesi obbligatoriamente come il servizio docce e il guardaroba che riprenderanno presto con le distanze di sicurezza.
Dopo un breve periodo di chiusura al pubblico, da fine marzo è stata quindi ripresa la distribuzione dei viveri e del fresco tutti i giorni dalle ore 10 alle 12 e il martedì e il giovedì dalle 16.00 alle 18.00 Grazie ai bravissimi volontari Antonio, Angelo, Claudio, Ezio e Mauro il servizio viene effettuato per le famiglie iscritte al Molinari previo appuntamento telefonico per evitare assembramenti, code e soste nelle sala d’attesa.
Infine si è aggiunto, oltre al solito servizio di approvvigionamento viveri con il contributo di volontari, per questo periodo il servizio di “Spesa Sospesa” per cui il supermercato Esselunga raccoglie i viveri che la gente mette in un carrello all’ingresso da donare ai bisognosi.
Le volontarie del centro di ascolto si sono organizzate per tenere rapporti telefonici con le famiglie seguite e farsi presenti ove indispensabile, nel rispetto di tutte le prescrizioni impartite e con l’obiettivo di conciliare esigenze sanitarie e urgenze sociali. Sono state effettuate circa 150 telefonate per fare sentire la vicinanza, evidenziare eventuali difficoltà e bisogni e dare informazioni sui servizi offerti. Anche le dottoresse del punto salute hanno offerto la loro disponibilità ed hanno dato i loro numeri telefonici per ascoltare le persone ed aiutare eventualmente per l’acquisto di farmaci.
Dal 15 aprile dalle ore 16 alle 17 il mercoledì e il lunedì, il centro di Ascolto Caritas offre un servizio di ascolto telefonico rispondendo in modo personalizzato a necessità ed emergenze. Si cerca, per quanto possibile, di coordinare l’attività con i Servizi Sociali del Comune di Arona per essere allineati e studiare insieme le forme più adeguate per aiutare le persone in difficoltà e rispondere a situazioni talvolta problematiche e complesse.
Continua l’attività del Centro per il lavoro per stranieri e italiani, si è registrata una grande richiesta di persone per assistere anziani in difficoltà, di Oss e infermiere per le case di Riposo in situazioni di emergenza e si è notata una grande disponibilità e generosità in alcune che hanno accettato un lavoro anche rischioso a servizio degli altri. Oltre a questo incessante lavoro, fatto da casa, di ricerca per mettere in contatto le persone con i datori di lavoro, si è aggiunto quello di persone in difficoltà che chiedevano e chiedono informazioni su come reperire i viveri attraverso il Molinari, ma anche attraverso il Comune, a cui indichiamo di rivolgersi.
I volontari del doposcuola per i ragazzi delle medie, hanno raggiunto telefonicamente tramite la famiglia i ragazzi iscritti per salutarli, chiedere loro se erano in contatto con la scuola, se lavoravano in qualche modo e se possedevano gli strumenti giusti per comunicare. Tutti quelli sentiti erano in collegamento con la scuola. Sia le famiglie, sia i ragazzi sono stati molto contenti dell’interessamento della vicinanza dimostrata.
Al Molinari c’è sempre poi un punto luce particolare: la piccola casa delle sorelle francescane che sostengono tutti con la loro preghiera e rispondono sempre quando qualcuno suona il campanello, dando quando possono un piccolo sollievo.