Iniziati i restauri nella Chiesa di Santa Marta

LavoriRestauro_ChiesaSantaMarta_20190217_EGS2019_06784_s

sabato 16 marzo 2019 
Con l’allestimento del ponteggio all’interno della Chiesa di Santa Marta di Piazza del Popolo ad Arona hanno preso avvio i lavori di restauro e da questo weekend è nuovamente aperta al pubblico dai volontari dell’Associazione Amici del Centro Storico. Successivamente sarà possibile scoprire gli interventi grazie al ponteggio didattico che è stato montato.
Il progetto di valorizzazione è stato premiato dal Bando “Emblematici Provinciali 2018” di Fondazione Cariplo e Fondazione Comunità Novarese che hanno stanziato 125.000€.
Gli Emblematici Provinciali sono quei progetti in grado di produrre un impatto significativo sulla qualità della vita di una comunità e sulla promozione dello sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio di riferimento. Fondazione Cariplo, con il supporto di Fondazione Comunità Novarese Onlus ha, così, selezionato i progetti attinenti ai suoi indirizzi strategici delle aree filantropiche: Arte e Cultura (recupero e la valorizzazione del patrimonio storico e artistico), Servizi alla Persona (creazione, ampliamento e ristrutturazione di spazi per esercitare attività socio/assistenziali, iniziative per la cura e l’integrazione di disabili e anziani che possano diventare “buone prassi”) e Beni Comuni (progetti rivolti alla cura, rigenerazione, riuso e valorizzazione di beni comuni abbandonati o sottoutilizzati attraverso processi di collaborazione tra cittadini, organizzazioni private e istituzioni).
Fondazione Cariplo, grazie alla segnalazione di Fondazione Comunità Novarese Onlus ha assegnato, per il 2018, nel Novarese, quattro contributi ad altrettanti progetti.
La pietra di fondazione della chiesa Santa Maria di Loreto viene posata nel dicembre 1592, sulle rovine di un precedente edificio trecentesco, dedicato a santa Caterina e demolito nel 1581. A volerne la costruzione Margherita Borromeo, madre del cardinal Federigo, cugino di san Carlo Borromeo, e devota alla Santa Casa di Loreto.
Collocata in Piazza del Popolo, di fronte all’antico porto, a partire dal 1650, la chiesa viene affidata alla custodia della Confraternita di Santa Marta e della Santissima Trinità, che ne mantiene la gestione fino allo scioglimento, avvenuto a cavallo fra le due Guerre Mondiali. Interessata da diverse fasi di ristrutturazioni e abbellimenti, la chiesa può vantare un patrimonio significativo, opera di alcuni artisti di grande rilievo (Prestinari, Gianoli, Tiberino), oltre che un affresco dedicato alla Madonna della Cintura, ultimo reperto dell’edificio precedente, e la copia dal vero della Casa di Loreto. Dopo un trentennio caratterizzato dalla riduzione del numero di funzioni religiose e, di conseguenza, della sua frequentazione, dal 2010, grazie all’impegno dell’Associazione Amici del Centro Storico, è divenuto nuovamente possibile garantirne l’apertura nei fine settimana e nel corso delle principali celebrazioni liturgiche, permettendo anche, a richiesta, la visita di gruppi.
Complice di questa rinascita anche il progetto di restauro complessivo dell’edificio, che, avviato nel 2013, con un primo lotto dedicato alla facciata, intende oggi intervenire sulle superfici interne, sui reperti mobili e sul coro e sempre con il sostegno della Fondazione Comunità del Novarese nel 2017 è stato possibile realizzare il restauro del Crocifisso ligneo del ‘600. La chiesa di Santa Marta nel 2017 è stata oggetto di una giornata di studi per il quale sono stati presentati nel 2018 gli atti del convegno.
È possibile contribuire al restauro della chiesa di Santa Marta con bonifico bancario IBAN IT63T0760110100000018205146 intestato a Fondazione Comunità Novarese Onlus, con la causale “restauriamo Santa Marta” indicando nome, cognome ed indirizzo oltre al codice fiscale per la detrazione fiscale oppure tramite bollettino di CC Postale 18205146 o paypal dal sito www.fondazionenovarese.it

Lascia un commento

commenti