Posteggi Centro Storico

VicolodelMulino_ParcheggiZtl_Arona2016_EGS2016_01412_s

lunedì 25 gennaio 2016
Posteggi Centro Storico
La pubblicazione della delibera della Giunta Comunale n° 3 del 12 gennaio 2016 ci induce a fare una riflessione ad alta voce per evitare che l’indifferenza sia ambiente favorevole al decisionismo autoritario di chi governa la città.
Con la richiamata delibera la GC istituisce -senza spiegarne concretamente la ragione- il divieto di sosta permanente (h24) a tutte le categorie di veicoli all’interno della ZTL centro storico, limitando dalle ore 08,00 alle ore 10,00 l’accesso dei fornitori delle attività produttive esistenti e permettendo la sosta in vicolo del Mulino ai veicoli dei residenti autorizzati senza che ne venga indicato il numero.
Ed era invece necessario, oltre che opportuno, motivare la decisione assunta perché impone un comportamento nuovo ai residenti del centro storico.
Il motivo che induceva la Giunta ad assoggettare la fruizione dei parcheggi delimitatati nel centro storico al pagamento di un canone di abbonamento, modificandone il vigente regime di gratuità della sosta, andava spiegato nella precedente delibera n° 115 del 27 ottobre 2015; l’allora espressa intenzione della Giunta di “meglio razionalizzare” quegli stalli di sosta, peraltro dalla stessa “ritenuti esigui”, appare di per sé incongrua e insignificante.
Averli eliminati del tutto, e per di più in un momento di particolare sofferenza per la sosta degli autoveicoli a causa dei lavori nel vicino corso Marconi, che si protrarranno per buona parte dell’anno, manifesta ora l’esistenza di confusione e di contraddizione nei due momenti decisionali, oltre che evidenzia l’assenza di attenzione alle reali esigenze degli abitanti del centro storico.
Il Comune, Istituzione -per definizione e finalità- differente dall’Azienda privata, per la quale assume valenza economica il ritiro dal mercato di un proprio prodotto per mancanza di domanda, avrebbe al contrario, essendo erogatore di servizi, dovuto continuare a mantenere gli stalli per la sosta ritenuti -per sua stessa ammissione- esigui.
Corre voce inoltre che gli stalli mantenuti (due ?) in vicolo del Mulino eguagliano le domande di abbonamento ricevute; sicché i sottoscrittori delle stesse -unici sull’intero territorio-  fruiranno nell’arco delle ventiquattro ore di parcheggio riservato e nei pressi dell’abitazione.
Poiché il tempo è galantuomo, prima o poi avremmo modo di conoscere la verità che al momento risulta difficile cogliere nonostante che “la trasparenza” dovrebbe costituire il cardine dell’attività amministrativa, stante l’indeterminatezza e la vaghezza del punto 5 del dispositivo della delibera con il quale si affida incarico al Responsabile del Servizio di Polizia Locale “a concedere eventuali ulteriori per tutte quelle situazioni ritenute degne di tutela e documentabili, che eccedono l’esigenza temporanea, previo assenso della Giunta Comunale”.
Resta infine il dubbio che sulla decisione assunta potesse aver pesato il risultato della prima sezione elettorale nelle votazioni amministrative della primavera scorsa.

Mara Cavalli – Agostino Di Natale – Mario Ziggiotto

Lascia un commento

commenti