Dal 6 marzo inizia la raccolta con il “sacco conforme”

SaccoConforme_Arona2017_EGS2017_04423_s

domenica 5 marzo 2017
Da lunedì 6 marzo inizia la raccolta dei rifiuti indifferenziati con l’uso del “sacco conforme” che punta a superare il 70% della raccolta differenziata e per il quale la tassa rifiuti nel 2017 avrà una riduzione del 5.68%.
I sacchi sono stati distribuiti presso il comune di Arona nel mese di febbraio, per chi non avesse ancora provveduto, può recarsi allo sportello ecologico del comune di Arona tutti i giovedì non festivi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 18.00, con la tessera ricevuta, ma anche per chi non l’avesse ricevuta o smarrita.
La fornitura ritirata è stata calcolata per essere sufficiente fino al 28 febbraio 2018, e sarà comunque possibile acquistare ulteriori sacchetti, un rotolo da 20 sacchi da 30 litri costa 10 euro.
Tutto ciò che sarà conferito come indifferenziato dovrà essere introdotto nel “sacco conforme”, non saranno accettati altri sacchetti e si estenderanno i controlli. Nel caso di conferimento nei cassonetti condominiali, come previsto anche per l’umido dal 2009 all’art. 25 del Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti urbani e servizi collaterali, la non conformità dei conferimenti dei rifiuti prevede che l’operatore addetto alla raccolta, non effettua lo svuotamento previsto ed applica al cassonetto una etichetta di colore arancione con la dicitura “il cassonetto non è stato svuotato perché: contiene materiale non idoneo – il cassonetto sarà svuotato solo se l’amministratore richiederà il servizio di raccolta straordinaria a pagamento”. Di seguito, l’amministratore del condominio riceverà una comunicazione scritta (fax, e-mail) della non conformità riscontrata ed avrà modo di verificare di persona quanto segnalato; se lo ritiene necessario, può inoltrare la richiesta di “raccolta straordinaria” con un servizio a pagamento di 63,44 € IVA compresa da versare prima dell’effettuazione del servizio.
Non resta quindi che prestare molta attenzione e differenziare il più possibile separando i materiali.
Per sensibilizzare la raccolta in corso Cavour sono stati sostituiti i cestini con la suddivisione di plastica, lattine e indifferenziato, all’apparenza i nuovi contenitori hanno piccole imboccature, sono poco capienti e non rispettano le regole antiterrorismo, mentre sul lungolago sono presenti i tradizionali cestini di vari modelli.