Dormelletto, il sindaco Mora ha rassegnato le dimissioni

ConsiglioComunale_Dormelletto_DimissioniClementeMora_20160118_EGS2016_01140_s

lunedì 18 gennaio 2016 – ore 21.00, sala consigliare – Comune di Dormelletto
Consiglio comunale con le dimissioni del sindaco Clemente Mora
Al punto 3 dell’ordine del giorno il sindaco Clemente Mora ha dato lettura della lettera protocollata delle sue dimissioni, che di seguito vi riproponiamo.

Oggetto: dimissioni dalla carica di Sindaco.

Gentili Consiglieri,
con la presente, il sottoscritto Clemente Mora, nato ad Arona il 18 Marzo 1945 rassegna, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 53, comma 3, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, le proprie dimissioni dalla carica di Sindaco di Dormelletto.
La decisione di rassegnare le dimissioni trae origine dalla consapevolezza che i contrasti di natura politico-amministrativa e personale emersi all’interno del gruppo consiliare di maggioranza sono oramai insanabili.
Le divisioni e le contrapposizioni sono culminate – come è noto – nella manifestazione di voto contrario all’approvazione sia del bilancio di previsione 2015 che dell’appello dei Sindaci del Novarese, promosso dal Sottoscritto, per l’allentamento del patto di stabilità da parte di ben tre Consiglieri comunali di maggioranza che successivamente hanno costituito un gruppo di opposizione.
È del tutto evidente che i dissidi hanno contribuito a rallentare oltre misura l’azione amministrativa del Sindaco e della Giunta comunale e sono di entità tale da impedire l’attuazione delle linee programmatiche di mandato.
Ebbene, proprio il convincimento che gli obiettivi di natura politico-amministrativa posti a base del programma elettorale non possano essere efficacemente perseguiti rende le mie dimissioni un atto doveroso ed eticamente ineludibile.
Il profondo rispetto che nutro per gli elettori e per la comunità locale mi impedisce del resto di cercare, dopo una campagna elettorale combattuta ma corretta, facili «scorciatoie», come accordi o intese con il gruppo consiliare di minoranza: gruppo al quale, peraltro, deve essere riconosciuto il merito di aver sempre evitato contrapposizioni sterili e di aver agito in numerose circostanze con spirito propositivo e con senso di responsabilità istituzionale.
Concludo precisando che le dimissioni rassegnate con rammarico, per le motivazioni e le analisi politico-amministrative e personali esposte, devono considerarsi irrevocabili, auspico che, a conclusione della prossima consultazione elettorale, la Comunità dormellettese torni ad essere governata da una Amministrazione coesa sul piano politico-amministrativo che possa attuare senza ostacoli il proprio programma di mandato, visto anche le disponibilità finanziarie a favore dei Comuni che il Governo ha stabilito nella Legge di Stabilità 2016.
Il sindaco Clemente Mora

Il sindaco rimarrà in carica fino al 31 gennaio 2016, seguirà la nomina del commissario prefettizio.

Lascia un commento

commenti