Guida Blu 2015 assegna 2 vele ad Arona

GuidaBlu2015_legambiente_s

GUIDA BLU DI TOURING CLUB ITALIANO E LEGAMBIENTE ASSEGNATE LE VELE 2015 ALLE LOCALITA’ TURISTICHE DEI LAGHI

4 Vele confermate a Orta e per il lago Maggiore 4 vele a Cannero Riviera e Cannobio, 3 vele assegnate a Verbania, Ghiffa, Baveno Stresa, Belgirate e Lesa, 2 vele a Meina, Arona e Dormelletto

14 giugno 2015. In occasione della conferenza stampa di presentazione della Guida Blu 2015 realizzata da Legambiente e dal Touring Club Italiano, dove vengono indicate le migliori località balneari del nostro paese assegnando loro un punteggio (da 1 a 5 vele), sono stati presentati i risultati conseguiti da 312 località di mare e anche da 77 comuni che si trovano in riva ai laghi italiani.

Nella categoria delle località regine del turismo lacustre sulle 6 località che si sono aggiudicate le 5 vele ben 3 sono andate ai laghi alpini del Trentino Alto Adige, seguite da Avigliana in Piemonte, Bellagio sul lago di Como e da Massa Marittima in Toscana sul lago di Accesa.

  • Nella nostra zona si sono aggiudicate 4 vele Orta S. Giulio, comune che è anche Bandiera Arancione del TCI, un riconoscimento dei migliori borghi dell’entroterra.
  • Per il lago Maggiore 4 vele sono state assegnate a Cannero Riviera e Cannobio. Entrambi i comuni dell’alto Verbano si avvalgono anche della Bandiera Blu, un prestigioso riconoscimento internazionale, che viene assegnato ogni anno in 48 paesi, rilasciato dalla FEE (Federation for Environmental Education).
  • 3 Vele sono state conseguite da Ghiffa, Verbania, Baveno, Stresa, Belgirate e Lesa mentre Meina, Arona e Dormelletto si sono dovute accontentare di sole 2 vele.

I criteri di assegnazione delle Vele
La selezione delle località da inserire nella Guida Blu e i criteri di assegnazione delle vele vengono effettuati  in base ai dati raccolti sulle caratteristiche ambientali e sulla qualità dell’ospitalità. I dati sono poi integrati da valutazioni espresse dai circoli locali di Legambiente e dagli equipaggi della Goletta Verde (o della Goletta dei Laghi).  La scelta degli indicatori e la loro attribuzione tiene conto dei requisiti chiave, definiti in ambito europeo con il contributo della rete delle ecolabel che seguono i criteri del progetto Life “VISIT” e tali requisiti sono: uso del suolo, degrado del paesaggio, biodiversità, attività turistiche, stato della aree costiere, mobilità, energia, acqua e depurazione, rifiuti, iniziative per la sostenibilità, produzioni tipiche alimentari etc.

Amelia Alberti presidente del Centro del Sole – Circolo di Legambiente del Verbano ha dichiarato “La guida blu del TCI e di Legambiente è uno strumento che consente a molti turisti di pianificare e personalizzare le scelte e gli itinerari delle proprie vacanze seguendo le indicazioni delle località più attente alla sostenibilità ambientale, alla vivibilità e al rispetto del territorio. Le località premiate con più vele, non solo hanno la fortuna di custodire un paesaggio straordinario, ma sono anche laboratori di sviluppo e centri di innovazione che praticano esperienze virtuose in tema di rifiuti, energia rinnovabile, agricoltura biologica e valorizzazione corretta dei beni architettonici e culturali

Comunicato stampa del Centro del Sole – Circolo di Legambiente VCO

Lascia un commento

commenti