Centro prelievi Arona, solo per urgenze?

giovedì 11 febbraio 2020 – Comunicato delle minoranze 
Da qualche tempo chi si rivolge al CUP per richiedere, attraverso il numero verde, la prenotazione per effettuare le analisi del sangue, viene dirottato verso l’ospedale di Borgomanero a meno che sulla prescrizione medica sia indicata l’urgenza.
A questo punto i cittadini Aronesi hanno espresso il loro disagio perché molti, soprattutto la fascia più anziana della popolazione, sono costretti a recarsi in un centro privato e a pagamento. Per noi questa è un’ingiustizia a danno dei più fragili, verso cui bisognerebbe avere più attenzione e servizi vicini disponibili.
Non vorremmo si ripetesse la situazione di anni fa quando è stato chiuso l’ospedale non lasciandoci neppure il Pronto Soccorso, indispensabile per una cittadina di 14 mila abitanti che si vanta di essere una città turistica e con l’Amministrazione leghista che punta solo allo sviluppo in questo settore, dimenticando i servizi essenziali per i residenti. In questi anni ne abbiamo persi tanti di servizi, oltre al settore Sanità anche l’Ufficio Entrate, la Pretura , la Guardia di Finanza. Attivo rimane solo il Cap di cui sarebbe interessante conoscere quali compiti assolve, oltre a quello di inviare al P.S di Borgomanero la maggior parte di coloro che vi si recano.
Dopo 10 anni di maggioranza leghista i cittadini Aronesi chiedono al Sindaco Monti se non sia l’ora di occuparsi di questi problemi e cosa intenda fare per difendere il Laboratorio Analisi, che deve essere prima di tutto a disposizione dei residenti, magari ripensando ad un Centro di Primo Soccorso, che non sembra rientrare nelle competenze del CAP, essenziale anche per il turismo, con un medico sempre presente anche nei giorni festivi, cosa che oggi non succede perché la Guardia Medica è spesso fuori sede per visite domiciliari.
I Gruppi di minoranza