Arona Domani, mozione sul progetto di mobilità sostenibile

aronadomani_logo_s

mercoledì 11 novembre 2020 – Comunicato stampa “Arona Domani” 
A seguito del consiglio comunale appena avvenuto (ndr. lunedì 9 novembre 2020) sorgono obbligatoriamente domande che non riescono a trovare autonoma risposta: trascorse due ore e 30 circa, la consigliera Torelli legge quanto segue:
“Mozione: realizzazione di un progetto di mobilità sostenibile.
Considerato il sempre crescente numero di auto che entrano in Arona e che contribuiscono ad elevare il tasso di inquinamento deteriorando la qualità dell’aria, pensiamo sia utile, necessario e non più procrastinabile la realizzazione di un programma di mobilità sostenibile ed elettrica, già adottato in alcuni paesi a noi vicini con i quali si potrebbe collaborare, a costo zero e senza alcun investimento da parte del Comune, che potrebbe utilizzare gli incentivi statali.
Numerosi sarebbero i vantaggi per i cittadini che potrebbero non usare l’auto per circolare in centro, ma utilizzerebbero un’auto elettrica da poter lasciare in qualsiasi luogo quando non serve più, biciclette elettriche sarebbero a disposizione di tutti, piccoli bus elettrici, che collegherebbero il centro alle frazioni, la disponibilità di colonnine per la ricarica e tutti gli esercizi collegati, come manutenzione e posizionamento delle basi di ricarica, sarebbero gestiti dalla società stessa.
Chiediamo all’Amministrazione di prendere in considerazione questa proposta con la piena disponibilità da parte dei presentatori della mozione di fornire tutti i dati necessari per la realizzazione del progetto che certamente potrà migliorare la vita di tutti, riducendo il traffico e l’inquinamento; ciò potrà rendere il nostro territorio più attraente dal punto di vista turistico.
I consiglieri di Arona Domani e a nome e per conto di tutti.
Carla Torelli”

In sintesi il comune di Arona potrebbe avvalersi di un parco di mezzi pubblici elettrici che coprano l’intero territorio aronese, un servizio di car sharing e una sostanziale implementazione delle colonnine per la ricarica di mezzi elettrici grazie alla proposta di un’azienda che si occupa di impianti per l’energia pulita, il tutto senza particolari esborsi, ma con l’ovvio obbligo di sottoscrivere contratti per la gestione degli stessi.
Il Sindaco risponde con un elenco di quanto fatto negli ultimi due anni a livello ambientale per il comune di Arona, di quanto si ipotizza di andare a fare a breve termine e, solo su sollecito del consigliere proponente, risponde alla presente mozione dicendosi pienamente disponibile ad accoglierla.
Poi succede qualcosa per cui il sindaco si rimangia quanto appena affermato e respinge la mozione.
Ora, forse abbiamo frainteso in molti, ma se così non fosse però vorremmo capire il perché di questo improvviso cambio di rotta davanti ad una proposta decisamente vantaggiosa, che porterebbe dare un grande beneficio ambientale e logistico a tutti gli aronesi.
Siamo sì preoccupati dal fatto che una proposta del genere venga ignorata (anche perché, nell’elenco delle cose che il sindaco ha indicato come da realizzare, non ha citato nulla di così efficace e funzionale per abbattere l’inquinamento dell’aria e rilanciare un’Arona a misura d’ambiente), ma siamo anche allibiti dal fatto che la mozione sia stata accettata e poi, subito dopo, respinta senza alcuna motivazione e senza alcun intervento neppure da parte dell’ex sindaco, attualmente vice che, con la sua pregressa esperienza politica, avrebbe potuto aiutare a chiarire una situazione che non trova spiegazione alcuna.