Riviviamo Betlemme

PresepeVivente_CastellettoTicino_20161224_EGS2016_40074_s

sabato 24 dicembre 2016 – ore 21.00, Castelletto Ticino
Nella notte della vigilia di Natale, Castelletto Ticino si è trasformata per il presepe vivente “Riviviamo Betlemme” una tradizione che continua dal 1982. Il centro storico del paese ha rotto la sua quotidianità e si è immersa nella Betlemme di quell’anno in cui nacque il Signore Gesù. Nelle vie affollate del paese sono stati ricreati luoghi, momenti e mestieri con i suoi rumori e profumi. Nei trentadue quadri realizzati si è potuto ammirare le attività del cardatore, il pescivendolo, l’arrotino, il falegname, il venditore di tappeti, il venditore di spezie, la fattoria, il vasaio, il fornaio, il fruttivendolo, la lavandaia, il villaggio dei pastori e il palazzo di Re Erode e altri. Il percorso è stato poi interrotto da un messaggero a cavallo che informava che in quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinava che si facesse il censimento di tutta la terra e il tempo era anche scandito dal passaggio in marcia dei legionari che si davano il cambio in alcuni luoghi del villaggio. Intorno alle 23 Maria e Giuseppe confusi nella folla hanno provato a cercare un posto per essere ospitati, ma non c’era posto per loro. Al parco comunale è andata in scena la rappresentazione della natività con l’adorazione dei pastori e l’arrivo dei Magi. Maria e Giuseppe con Gesù bambino, seguiti dai Magi e dai tanti figuranti hanno raggiunto la chiesa parrocchiale e a mezzanotte sono stati accolti sul sagrato dal parroco don Fabrizio Corno che ha presieduto la solenne celebrazione. L’evento è stato organizzato dalla Pro Loco di Castelletto Ticino con la collaborazione di tutta la cittadinanza e si svolge ogni due anni.

Lascia un commento

commenti