Interpellanza della consigliera Torelli sul degrado alla salita al colle di San Carlo

Arona_Marciapiede_ViaVerbano_20180815_EGS2018_26849_s

domenica 3 Novembre 2019
Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione della consigliera Carla Torelli dopo la presentazione di un’ulteriore interpellanza sul problema del marciapiede alla salita al colle di San Carlo.

E siamo di nuovo a S. Carlo, sono passati tre anni da quando ho presentato la prima interrogazione sull’argomento, il 20/06/2016, ripreso nel 02/06/2018 e a questo punto posso dire, senza dubbio, che lo stato del marciapiede, che porta al colle di S. Carlo, è di assoluto degrado. Anche quest’anno si avvicina la festa di San Carlo che porterà turisti e Aronesi sul colle e niente è stato fatto, il marciapiede è in diversi punti inesistente e soprattutto pericoloso.
Più volte è stata segnalata la mancanza del cordolo e la presenza di buche all’interno di quello che una volta era un marciapiede, quando piove l’acqua scorre in abbondanza e si trasforma in un torrente che scende a valle.
In questi giorni anche i bambini della Ca-Giò rifaranno il percorso di San Carlo e si recheranno a piedi al Colle e dovremmo tutti vergognarci della condizione del marciapiede che per la maggior parte non è percorribile e saranno costretti a camminare sulla carreggiata.
Ritengo che, oltre a rifare gli asfalti di tutta la città, sarebbe stato parimenti utile sistemare questo marciapiede per rispetto delle tante persone che lo percorrono ogni giorno e dei numerosi turisti che vengono ad Arona per vedere il nostro Sancarlone conosciuto in tutto il mondo.
Sono passati tre anni e qualcosa poteva e doveva essere fatto : bastavano forse piccoli interventi e tenere sotto controllo il marciapiede per evitare che lo stato peggiorasse. Alle precedenti mie interrogazioni mi era stato risposto che il marciapiede non appartiene al Comune, ma vorrei ricordare come sia utilizzato dai suoi abitanti .
Ci si poteva allora mettere d’accordo con la Società a cui appartengono i terreni e per un Deputato questo non sarebbe stato certamente impossibile. “Volere è potere” dice sempre il nostro primo cittadino, ma in questo caso non c’è stata proprio la volontà di occuparsi di questa zona, che ricordo, fa parte di Arona come il lungolago o la zona centrale. Chissà se in questi ultimi mesi l’Amministrazione vorrà fare qualcosa per riparare a questo grave degrado!
Carla Torelli – Consigliera comunale