La Good Food Bag arriva anche nelle scuole di Arona

Presentazione_NonSprechiamoilCibo_GoodFoodBag_Arona_20170216_EGS2017_02974_s

giovedì 16 febbraio 2017 – ore 18.00, palestra Istituto Comprensivo Giovanni XXIII
Presso l’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Arona è stato presentato il progetto educativo contro lo spreco alimentare “Non sprechiamo il cibo”. Dopo i saluti della dirigente scolastica prof.ssa Gabriella Rech, l’argomento è stato introdotto in modo semplice dai ragazzi della scuola secondaria Giovanni XXIII con un teatro del mimo, coordinati dal prof. Mauro Fossati. Nelle scene al ristorante, durante un compleanno, un brunch e in mensa è stato messo in risalto quanto cibo viene avanzato e che invece di essere buttato può essere recuperato e portato a casa. Massimiliano Caligara in rappresentanza della Rete Nondisolopane e Legambiente spiega «dai numeri all’apparenza piccoli di 200 grammi di cibo buttato a famiglia alla settimana, che sommati fanno 240 mila tonnellate ogni anno in Italia e ai dati di Expo dove nelle mense di Milano il 50% viene buttato, parte l’idea di riproporre un progetto già nato da Coop Lombardia. Con il sostegno di Coop Area Sociale, il progetto nato con Claudia Bersani di recente scomparsa, approda anche ad Arona». La borsa, “Good Food Bag” viene riproposta ad Arona in collaborazione con la Rete Nondisolopane, Legambiente e con il patrocinio del Comune di Arona. È una borsa in polietilene lavabile resistente fino a 2 kg e sarà distribuita gratuitamente a tutti i 1200 ragazzi delle scuole che fanno parte dell’Istituto Comprensivo, anche a quelli che non usufruiscono del servizio mensa, perché il cibo non si avanza solo a scuola, ma anche quando si va al ristorante, in pizzeria, ecc. La consegna avverrà nelle prossime settimane con un momento formativo in tutte le classi. Caligara ha ricordato «Chi porta a casa gli alimenti che non consuma non è una persona indigente, ma che apprezza il cibo e ne ha rispetto perché non lo spreca, è importante far passare il messaggio dell’educazione al non spreco».
All’incontro sono intervenuti anche il dott. Enrico Nada – Responsabile Attività Sociali, Politiche Sociali e Relazioni Esterne Novacoop che ha parlato di Educazione al Consumo Consapevole: promuovere una visione ragionata e critica del mondo dei consumi e Marina Grassani in rappresentanza dell’amministrazione comunale. L’incontro è terminato con un AperRiciclo offerto dal presidio Coop di Arona pensato da Monica Bocci, con degustazione di prodotti di stagione della cucina povera del territorio.

La prof. Gabriella Rech ha dichiarato: “Ringrazio Legambiente e Coop per averci proposto e sostenuto in questo importante progetto educativo, finalizzato alla sensibilizzazione verso il problema dello spreco di cibo. Il materiale didattico disponibile per i docenti è molto ampio e valido e la raccolta di informazioni scientifiche e le bibliografie informative di base sui diversi temi ambientali, prodotti da Legambiente, sono delle risorse molto utili che ci consentiranno di impostare anche altri progetti educativi, ottimizzando così il nostro lavoro”.
“Abbiamo importato questo progetto di Legambiente che è stato realizzato per le scuole di Milano in occasione di Expo. Grazie a Coop, alle associazioni della Rete Nondisolopane e alla disponibilità del dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII siamo riusciti a replicarlo, naturalmente aggiornandolo e adattandolo alle specificità del nostro territorio” ha dichiarato Massimiliano Caligara. “Questa collaborazione tra associazioni ed entità diverse, che siamo riusciti ad attivare, è un modello molto efficace che pensiamo di sviluppare ulteriormente nel prossimo futuro, per riuscire a gestire – grazie a queste sinergie – anche nella nostra zona importanti progetti nazionali e internazionali nell’ambito della tutela ambientale e della solidarietà”.

ascolta l’audio della presentazione

Lascia un commento

commenti