PD Arona: Rivedere tempi e modalità di sosta attorno ai servizi sanitari

ParcheggioASL_ExCasaBocchetta_20160702_EGS2016_17912_s

martedì 26 luglio 2016 – Comunicato stampa PD Arona
Tra Comune ed ASL si attiverà prossimamente una convenzione che consentirà a cittadini e turisti l’utilizzo del parcheggio antistante l’ex ospedale durante il fine settimana. Come spesso accade apprendiamo la notizia dalla stampa e – anche se non chiamati ad esprimerci – ne diamo una valutazione positiva. Occorre però fare qualche riflessione: l’intento di occuparsi dell’afflusso turistico del week-end è assolutamente condivisibile, tuttavia esiste una quotidianità che a nostro giudizio viene trascurata.
Quando la nostra città subì la chiusura dell’ospedale, infatti, ci fu una notevole diminuzione dell’utenza che fruiva della struttura. Oggi, alla luce di un ripristino graduale di molti servizi che la Regione sta riportando ad Arona, il traffico nell’area di Piazza De Filippi e delle vie limitrofe (dove peraltro sono concentrati molti altri servizi essenziali per i cittadini: Comune, ambulatori, scuole) sta tornando ad intensificarsi e l’imminente apertura del reparto di continuità assistenziale e dell’hospice lo incrementeranno ulteriormente.
Sicuramente anche dagli uffici comunali si sentiranno i frequenti litigi ed il suono di protesta dei clacson. Il notevole afflusso di alunni delle scuole, di anziani e malati, in determinati orari crea situazioni di disagio, con chi accompagna in auto costretto ad un’odissea per trovare un posteggio, per poi tornare a raggiungere chi ha dovuto scaricare in fretta e furia. Si devono, quindi, creare le condizioni che consentano l’accompagnamento a destinazione di soggetti necessariamente bisognosi di assistenza: bambini, anziani e malati.
La nostra proposta è di valutare la possibilità di:
–  prevedere posteggi per un utilizzo temporaneo e veloce, in prossimità degli ingressi ai servizi;
–  individuare nell’area circostante detti servizi un numero sufficiente di stalli con sosta consentita fino a due ore, almeno nei giorni lavorativi in cui gli uffici e gli ambulatori sono aperti, come già avviene in viale Berrini, dove durante la settimana vi è un ricambio ragionevole di auto.
Poiché la nostra proposta va nell’ottica di un decongestionamento del traffico in una zona fondamentale per la nostra città, pensiamo possa essere presa in considerazione.