Arona perde il suo gigante buono

AntonioPrandi_EGS2015_06062_s

giovedì 12 maggio 2016
Non ce l’ha fatta, nella mattina di ieri, mercoledì 11 maggio 2016, è deceduto presso l’Ospedale di Borgomanero l’uomo investito tre settimane fa in Arona sulle strisce pedonali. Antonio Prandi lascia un vuoto incolmabile tra la comunità aronese e gli amici che lo hanno sempre osannato per la sua bontà e la sua devozione per il prossimo. Il settantaquattrenne del Lago Maggiore, una vera e propria istituzione ad Arona, era una persona molto impegnata nel sociale e nelle iniziative religiose: ferroviere in pensione ma uno dei maggiori responsabili del Dopolavoro Ferroviario di Arona, Presidente dei Veterani aronesi, pilastro della comunità e della parrocchia del quartiere San Luigi, di cui ne ha gestito le sorti fino a qualche settimana fa. Volontario dell’Avis e dell’Oftal, si recava spesso a Lourdes in qualità di accompagnatore dei disabili e dei malati. Una vita per il prossimo.
Arona perde uno dei suoi pilastri, un pezzo di storia vola via: i funerali saranno celebrati non appena saranno espletati gli adempimenti di rito e la salma sarà liberata dalla Procura della Repubblica di Verbania dopo l’autopsia. Il gigante buono ha donato anche i suoi occhi.
Il nipote avv. Lorenzo Sozio

aggiornamento di sabato 14 maggio 2016
I funerali avranno luogo martedì 17 maggio alle ore 15.30 nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria in Arona, quindi proseguiranno per il cimitero locale.
Il Santo Rosario verrà recitato lunedì 16 maggio alle ore 21.00 nella Chiesa Parrocchiale.
Non fiori ma eventuali offerte all’OFTAL.