Richiesta restituzione addizionale IRPEF al Comune di Arona

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Agostino Di Natale, ex consigliere comunale, che suggerisce indicazioni su una possibile richiesta di restituzione di una quota dell’addizionale Irpef versata al Comune di Arona.

Spett.le ARONAnelWEB.it
In data 6 luglio ho presentato al protocollo comunale la richiesta di restituzione dell’addizionale irpef -anno 2014- limitatamente alla quota parte relativa al deliberato raddoppio dell’aliquota di compartecipazione dallo 0,4 alla 0,8%. Tale richiesta è atto propedeutico per adire la Commissione Tributaria Provinciale in merito appunto al raddoppio dell’adizionale irpef nell’anno 2014, il cui gettito è finito nell’avanzo d’amministrazione. Ho sperato sino all’ultimo che, quest’anno, Gusmeroli con nobile gesto riducesse di qualche punto percentuale l’addizionale irpef a compensazione del maggior prelievo effettuato nell’anno 2014, finito -come detto- nell’inutilizzabile avanzo d’amministrazione. Ma poichè Egli, proiettato com’è a impartire lezioni di gestione pubblica a Renzi, è rimasto sordo alla richiesta avanzata dal Gruppo di minoranza “Costruiamo il futuro” , il rimettere la questione al giudizio della Commissione Tributaria Provinciale è la naturale soluzione per ottenere quella equità fiscale che la politica ci nega a livello locale. Ciò posto, Le chiedo ospitalità sul Suo sito, pregandoLa cortesemente di pubblicare anche il testo della richiesta (in allegato), non volendo tenere nascosta quest’iniziativa che potrebbe avvantaggiare solo me, poiché la decisione della Commissione fa testo unicamente fra le parti in causa, e venire meno allo spirito di servizio che ho sempre avuto verso la cittadinanza se la decisione mi dovesse favorire. Per questa ragione analoga richiesta è stata presentata sempre il 6 luglio da mia moglie. Per completezza d’informazione aggiungo che, se alla richiesta non viene fornita risposta, allo scadere del 90° giorno si forma il silenzio-rifiuto, presupposto appunto per la presentazione del ricorso. Dal formarsi del silenzio-rifiuto, o dalla data di ricevimento di eventuale risposta, nei successivi 60 giorni va presentato il ricorso alla Commissione Tributaria, avanti alla quale non è necessaria l’assistenza tecnica.
Cordialità. Agostino Di Natale

Il documento da compilare e inviare all’ufficio protocollo del Comune di Arona»

 

Lascia un commento

commenti