ZTL sul lungolago, un passo indietro e l’ennesimo multificio

ZTL_VarcoViaPoli_EGS2019_17103_s

lunedì 3 giugno 2019 – Comunicato stampa 
Dall’inizio del mese sono entrati in vigore i nuovi orari della ztl sul lungolago. Diversamente dall’anno scorso, quando durante il mese di agosto si sperimentò la pedonalizzazione totale dell’area, quest’estate la chiusura sarà limitata alla sera in settimana (dalle 20 alle 6 dal lunedì al giovedì) e ai weekend (dalle 20 del venerdì alle 6 del lunedì).
Anzitutto occorre dire che cambiare continuamente, di anno in anno, gli orari della ztl rischia di tradursi soltanto in confusione per aronesi e turisti, continuando il “multificio” che da tanti anni riempe le casse comunali.
A nostro avviso, poi, questa scelta costituisce un evidente passo indietro rispetto all’auspicato progetto di pedonalizzazione progressiva del centro-città e della creazione di un “centro commerciale naturale”.
Perché quel tipo di operazione – almeno nei termini in cui l’abbiamo sempre proposta – non può essere pensata per vivere solo d’estate (quando peraltro ce n’è meno bisogno, perché Arona ha sempre attratto tanta gente ugualmente) o ridursi all’installazione di un (discutibile) gorilla rosa, ma deve essere progettata per vivere tutto l’anno e garantire una nuova vocazione commerciale alla città. Non serve fare il record di presenze a luglio e agosto, se poi il resto dell’anno i negozi faticano, come dimostrano le tante serrande abbassate in questi mesi.
Noi continuiamo a ritenere che, in tale ottica, un intervento fondamentale (non l’unico beninteso) consista nel progressivo e costante incremento della pedonalizzazione della città, dal momento che tutti gli studi dimostrano che dove aumentano le aree pedonali aumentano notevolmente gli introiti delle attività commerciali. A maggior ragione questa ricetta potrebbe funzionare per il centro di Arona, anche alla luce del fatto che i posti auto rimasti sul lungolago sono pochissimi e soltanto da poco – su nostra richiesta – se ne è valutata la trasformazione in posteggi a disco orario (fino ad oggi sono stati continuamente occupati da abbonati e quindi non fruibili dai potenziali clienti dei negozi).
I posteggi dovrebbero invece essere incrementati nelle vicinanze del centro, ad esempio nell’area immediatamente a nord della rampa (area che successivamente andrebbe collegata al centro con un percorso pedonale sicuro), oppure in piazzale Barberi (ossia dietro l’ASL).
Comunicato stampa consiglieri comunali Alessandro Travaini e Antonio Muscarà

Lascia un commento

commenti