Fiaccolata da Montrigiasco a Ghevio

Fiaccolata_ILuoghidellaMemoria_Montrigiasco_Ghevio_20170424_EGS2017_10274_s

lunedì 24 aprile 2017 – ore 20.30, Montrigiasco
Si è svolta la 3° edizione della fiaccolata da Montrigiasco a Ghevio in ricorrenza del 72° anniversario della Liberazione inserito nella rassegna “I luoghi, la memoria, il futuro”, che ha coinvolto i comuni dell’Alto Vergante. Al monumento ai caduti di Montrigiasco gli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado “Fratelli Fernandez Diaz” di Meina e altri ragazzi del Vergante hanno letto brani dedicati alla resistenza. Il corteo, nel buio della notte con le fiaccole e intonando canti partigiani si è incamminato verso Ghevio e arrivati in piazza Pierino Manni è stato accolto dal canto dei cori La Fortezza di Ghevio e Alpe Pianella di Maggiora. All’interno dell’ex scuola elementare è avvenuto il saluto istituzionale del sindaco di Meina Fabrizio Barbieri, del vicesindaco di Arona Federico Monti e di Gino Attilio Timo assessore di Nebbiuno. Roberto Pradella ha ricordato il partigiano Lucio Manni, è poi seguila la proiezione “In «vacanza» con Franco” dedicato all’incontro avvenuto alla scuola “Fratelli Fernandez Diaz” di Meina con Franco Benedetti Teglio che ha permesso ai ragazzi di comprendere il significato delle leggi razziali e l’intitolazione della loro scuola. Nei locali al piano inferiore è stato possibile visitare la mostra “Oggi ricomincia la vita” Il ritorno dalla Germania degli ex internati militari vercellesi, biellesi e valsesiani con le immagini dei Fotocronisti Baita, realizzata a cura di Piero Ambrosio. L’iniziativa è stata realizzata dal Comune di Meina con il coordinamento del Comitato 25 aprile e dell’Associazione Quanto Basta per Ghevio e Silvera con il patrocinio dei comuni di: Arona, Meina, Belgirate, Lesa, Colazza, Invorio, Nebbiuno, Pisano, Paruzzaro e Massino Visconti. Nell’occasione il sindaco di Meina, ha annunciato che l’amministrazione comunale sosterrà la ristampa e riedizione del volume Memorie di un ribelle di Caramella “mitra” dedicato ai partigiani del territorio.

Lascia un commento

commenti