L’associazione Gli Amici del Lago aderisce a Legambiente

AssembleaOrdinaria_AmicidelLago_20170407_EGS2017_07282_s

lunedì 10 aprile 2017 – Comunicato stampa
L’annuale assemblea dei soci degli Amici del Lago, che si è tenuta venerdi scorso presso la Casa del Popolo di Arona, ha votato all’unanimità l’adesione del sodalizio alla Federazione Nazionale Legambiente Volontariato, diventando così a tutti gli effetti un circolo di Legambiente. All’assemblea erano presenti personalmente o per delega scritta 62 soci aventi diritto al voto su 80 soci iscritti.
L’associazione no profit, nata nel 1998, è molto attiva con diversi progetti a tutela e valorizzazione dell’ambiente e della natura, in una logica di sostenibilità ed è anche impegnata in numerose attività di sviluppo civile, sociale e di solidarietà sul territorio e a livello internazionale.
L’assemblea ha anche eletto il nuovo consiglio direttivo che guiderà l’associazione per i prossimi quattro anni. La carica di presidente è stata assunta da Massimiliano Caligara, socio fondatore e già vice presidente, che sostituisce Luigi Bellodi, al quale è stata assegnata la carica di presidente emerito; Roberto Signorelli, già referente locale di Legambiente Piemonte è stato nominato vice presidente del circolo e Natalia Gentile avrà il ruolo di segretaria.
Gli altri componenti eletti nel direttivo sono: l’avvocato Matteo Mora che continuerà a coordinare la gestione dei lavori di pubblica utilità non retribuiti in favore della collettività, Ezio Benaglia, Domenico Carraro, Gianmario Ceriotti, Anna Colombo, Paola Dal Checco, Vito Divignani, Barbara Marzetti, Gian Paolo Paracchini, Giacomo Rinelli, Marta Sironi e Giovanni Valentini.
Nel corso dell’assemblea oltre all’approvazione dei bilanci sono stati definiti gli obiettivi e le principali iniziative ambientali, sociali e di solidarietà programmate per i prossimi mesi.

Il presidente Massimiliano Caligara ha dichiarato: “Considerata la consolidata collaborazione su diversi progetti ambientali che si era instaurata ormai da diversi anni con Legambiente, questa decisione rappresenta una naturale evoluzione. La nostra adesione assicura comunque l’autonomia decisionale dell’associazione e nello stesso tempo ci consentirà di accrescere la nostra autorevolezza e di poter usufruire delle competenze e del supporto della principale associazione ambientalista Italiana.
Grazie alle sinergie che potremo attivare, contiamo di rafforzare la nostra collaborazione con le altre associazioni del territorio per attivare nuovi progetti; intendiamo inoltre continuare a costituire un punto di riferimento e di stimolo per le amministrazioni locali per promuovere iniziative di tutela e valorizzazione dell’ambiente e del territorio.
In particolare, grazie al know-how, agli studi e alle ricerche di Legambiente intendiamo ampliare la nostra relazione con il mondo della scuola, per diffondere la cultura della salvaguardia dell’ambiente e promuovere nelle giovani generazioni stili di vita sostenibili nella gestione delle risorse del pianeta.

Operando direttamente come circolo territoriale di Legambiente” ha dichiarato il vice presidente Roberto Signorellisaremo in grado di agire in modo più strutturato e con maggiore efficacia, sfruttando al meglio le risorse scientifiche e l’esteso network di contatti e di saperi di Legambiente. Avremo anche l’opportunità di approfondire ed eventualmente replicare su base locale buone pratiche ambientali e casi di successo nazionali e internazionali e lavoreremo per cercare di mitigare le diverse criticità dell’ambiente e l’inquinamento delle acque. Ma non solo, ci attiveremo anche su altri temi come: la qualità dell’aria, la mobilità sostenibile, la gestione dei rifiuti, la produzione di energia da fonti rinnovabili, la salvaguardia del paesaggio e del territorio contro il consumo di suolo.” 

Fabio Dovana, presidente regionale di Legambiente Piemonte ha dichiarato: “Innanzitutto auguro il benvenuto in Legambiente agli Amici del Lago, anche se sono diversi anni che stiamo effettuando un percorso comune con la rilevazione delle diverse criticità e dell’inquinamento delle acque del sud Verbano attraverso la Goletta dei Laghi. Recentemente abbiamo avuto modo di confrontarci sui temi dello sviluppo dell’economia del turismo in una logica di sostenibilità e di salvaguardia della natura e dell’ambiente, coinvolgendo le amministrazioni locali. Ora, con il circolo di Legambiente, siamo un’unica squadra e avremo la possibilità di rafforzare ulteriormente la nostra presenza e di poter incidere maggiormente sul territorio. Molto presto, presenteremo in modo congiunto i nuovi progetti e le future iniziative programmate”.

Lascia un commento

commenti