“Velo ok” tra San Carlo e Dagnente

VeloOk_EGS2017_01377_s

sabato 21 gennaio 2017
Sono stati installati venerdì 20 gennaio sulla strada che porta da San Carlo a Dagnente due Velo ok meglio conosciuti come Speed Check – rilevatori di velocità, colonnine arancioni predisposte per il contenimento del dispositivo autovelox. I manufatti, sono stati posizionati su strutture apparentemente mobili, non hanno infatti nessun basamento in cemento come quelli che si vedono nelle altre città. Sono uno in coincidenza dell’inizio della prima curva e uno più avanti dopo una cappelletta. Il sindaco di Arona ne dà notizia su Facebook spiegando: «non è una questione di multe o incasso di sanzioni ma per mettere un freno ai numerosi incidenti in quel tratto. Dopo aver messo, occhi di gatto, barriere illuminate, ogni genere di cartello, si è deciso di sperimentare per alcuni mesi il rilevatore di velocità VELO OK per impedire che i numerosi “pirati” della strada continuino a finire nel giardino di una residente. Speriamo che adesso i “piloti di formula uno” vadano finalmente piano!». I commenti del web sono molteplici, c’è chi ringrazia, chi dice che erano meglio anche in altri parti della città, oppure chi consiglia all’amministrazione comunale di prepararsi ad acquistare casse di diluenti per vernici, visto che il tipico atto per non farli funzionare è quello di oscurare gli “occhi” con la bomboletta. Un dubbio che sorge a molti, visto anche i recenti casi locali è che sono illegali senza la presenza di una pattuglia che accerti l’infrazione sul luogo. Se lo scopo è quello di intimorire gli automobilisti l’effetto al momento è assicurato, ma forse non costava meno posizionare il vigile di cartone che era già stato utilizzato per lo ZTL?

Lascia un commento

commenti