Avis Arona, compie 65 anni e festeggia

AssembleaOrdinaria_AvisArona_20160226_EGS2016_02955_s

martedì 1 marzo 2016 – Comunicato stampa Avis Arona
Avis, compie 65 anni e festeggia
L’Avis Arona si è riunita in assemblea. Venerdì 26 febbraio a relazionare nell’annuale incontro con gli associati sull’attività 2015 il presidente Mario Brovelli che ha incontrato gli intervenuti nella sede di via San Carlo  alla presenza anche della direttrice sanitaria Carla Sturla. In controtendenza rispetto agli scorsi anni, si è registrato, se pur contenuto, un aumento dei donatori. Sotto il profilo dell’attività associativa molte sono state le iniziative intraprese in autonomia o affiancati ad altre associazioni, per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza dei valori come la solidarietà e l’altruismo.

Aumenta il numero dei donatori
«Fortunatamente sembra che si sia arrestato il trend negativo sulle donazioni: infatti i prelievi sono saliti da 2.414 a 2.418 con un aumento di quattro unità, mentre a livello provinciale si è assistito ad un calo del -1,01%. Dai dati emerge, poi, come il numero dei donatori effettivi sia di 1.317 (gli uomini 870, le donne 447)» ha spiegato Brovelli nella relazione associativa. L’attività di raccolta ha fatto registrare 71 giornate di prelievi (70 erano state quelle nel 2014). Le sacche di sangue intero sono state così suddivise: 2.382 raccolte ad Arona e 7 a Borgomanero, mentre le plasmaferesi ammontano a 29 contro le 41 del 2014. Su nuove donazioni e donatori dimissionari si è aperto un approfondimento «questo perché – ha spiegato Brovelli – è cambiata la procedura inerente alla selezione dei nuovi soci. I donatori che hanno effettuato la prima donazione sono stai 89 contro 113 del 2014, mentre altri 32, in ottemperanza alle nuove norme dettate dall’accreditamento, hanno effettuato la preselezione e rimangono in attesa dell’esito degli esami per poter donare: se sommiamo i due dati (89 più 32) arriviamo allo stesso numero registrato nel 2014. I dimissionari sono sempre molti (97), circa 60 invece i licenziati dalla direzione sanitaria per raggiunti limiti di età o per esami non conformi ai requisiti».

L’impegno nel sociale
Avis Arona è anche sensibilizzazione alla donazione attraverso eventi, iniziative e attività a sostegno di persone in difficoltà in collaborazione con altre associazione. Anche il 2015, come prassi ormai consolidata, l’impegno si è rilevato particolarmente intenso: «E’ molto efficace collaborare con altre realtà che operano nel volontariato o nel sociale perché unendo le forze si raggiungono con più facilità vari settori della società civile» sottolinea Brovelli. Nell’arco dell’anno non sono mancante iniziative a firma Avis come l’evento clou dell’estate “Avis in Rocck”, il torneo di beach volley organizzato dal gruppo giovani Avis, presieduto da Luca Meloni, «confermandosi componente insostituibile» ha aggiunto Brovelli. La comunale ha inoltre aderito al progetto “Defibrilliamo Arona” donando un defibrillatore posizionato presso l’asilo di Montrigiasco, l’assegnazione di sette borse di studio agli alunni più meritevoli della scuola media Giovanni XXIII, l’organizzazione con l’Aido dello spettacolo Frankestain Junior o la cena affiancati a “Cilla per Haiti” per la rete “Non di solo pane”, oltre ad esempio la ventennale campagna a fianco di Telethon. Solo per citare alcune delle numerose iniziative.

2016, si festeggia il 65° e si pensa al successore
«Ci apprestiamo ad affrontare l’anno in cui celebreremo il 65° anniversario di fondazione e nel contempo seguirà il termine del mandato del Consiglio direttivo» ha ricordato in conclusione Mario Brovelli. Lo storico presidente è “in scadenza”. Con quattro mandati e 15 anni di presidenza alle spalle si appresta a vivere l’ultimo anno alla guida della comunale pronta a dodici mesi significativi. Da un lato i festeggiamenti nel 2016 per i primi 65 anni di vita Avis Arona. In programma una serie di appuntamenti, tra quelli in evidenza, per ora, l’evento clou domenica 2 ottobre con la messa, il corteo e la consegna della benemerenze, a seguire un aperitivo nella prestigiosa location di Villa Ponti; a settembre uno spettacolo teatrale con la compagnia “Amici per un sogno”. Dall’altro si guarda al futuro. Il 2017 sarà l’anno dell’assegnazione delle nuove cariche e la designazione del nuovo presidente con l’augurio e l’invito di Brovelli «all’impegno da parte di tutti a continuare a percorrere quel meraviglioso cammino iniziato 65 anni fa».

L’assemblea era in programma nell’Aula Magna “Paolo Perucchetti” del Comune di Arona che però non è stata aperta come era già accaduto qualche anno fa e così si è svolta nella vicina sede dell’associazione in via San Carlo.