Dal 1 agosto ZTL H24 sul lungolago Marconi

CartelloZTL_EGS2018_14136_s

martedì 31 luglio 2018
dopo i cartelli apparsi la scorsa settimana sulle vetrine delle attività commerciali “NO ZTL diurna”, per l’attivazione H24 dello ZTL sul lungolago nel mese di agosto (ordinanza dirigenziale n. 56 del 28/03/2018) i commercianti hanno inviato una lettera aperta al sindaco tramite le pagine de La Stampa al quale il primo cittadino ha pubblicato un comunicato in replica.

Lettera aperta dei commercianti pubblicata su La Stampa del 29/07/2018
Lettera aperta all’ill.mo sig. Sindaco, Onorevole dott. Alberto Gusmeroli: ecco perché i commercianti di Arona dicono no alla ztl diurna
Ci rivolgiamo a Lei con questa lettera per chiederLe un confronto e cercare un dialogo rispetto al tema della ZTL diurna. I sottoscritti, circa 150 tra commercianti ed esercenti del corso Cavour, di Corso Repubblica, del lungolago e zone limitrofe, hanno riscontrato con indiscutibile evidenza, un calo del lavoro nei giorni in cui è attiva la ZTL.
Questo blocco del traffico crea a livello diurno ancor meno passaggio di quello esistente, isola e penalizza la circolazione in questa zona; scoraggia inoltre, la clientela ad ultimare gli acquisti prefissati per problemi logistici. Limitare il traffico al centro di una cittadina richiede una pianificazione preventiva (ad esempio PRIMA si costruiscono eventuali parcheggi in zone limitrofe o si predispongono navette con quelli più lontani).
II centro storico aronese ha molto da offrire, noi cerchiamo di portare unicità nelle nostre attività per differenziarci dai Centri Commerciali, ma occorre essere messi in condizione di poterci raggiungere facilmente con una viabilità scorrevole e con parcheggi destinati al centro.
La nostra competitività passa anche dal poter essere fruibili e raggiungibili senza dover impiegare troppo tempo, diversamente la lotta diventa impari rispetto a Centri Commerciali la cui vera forza è data principalmente dalla possibilità di trovare parcheggio rapido, comodo e certo. Arona è sicuramente una città turistica, specialmente nel periodo estivo, MA rimane comunque pur sempre PER 365 GIORNI ALL’ANNO UN IMPORTANTE CENTRO DI SERVIZI.
Il meraviglioso lungolago da lei ampliato e restaurato, il corso Cavour e le ampie piazze del centro sono altrettanto sfruttabili a livello pedonale anche senza blocchi del traffico.
La ZTL serale destinata ad altri ritmi e scopi ha molto più significato e successo.
La sua proposta rispetto alle aperture serali potrebbe essere condivisa e discussa, senza però rappresentare l’alternativa al mancato afflusso della giornata.
Un progetto ha successo quanto più è condiviso e fatto proprio dalla comunità.
Le chiediamo di ripensare e ridiscutere con noi la questione perché sono le nostre preoccupazioni (più che reali) ad averci portato ad invitarLa a ritornare su questa decisione ..
A volte fare un passo indietro significa andare avanti!

Comunicato stampa in replica del Comune di Arona pubblicato su La Stampa del 31/07/2018
LETTERA APERTA IN RISPOSTA AD ALCUNI COMMERCIANTI DI ARONA CONTRARI ALL’ISOLA PEDONALE NEL CENTRO STORICO (ZTL DIURNA)
Gentilissimi commercianti, in merito alla lettera aperta a me indirizzata su queste pagine, nella quale vengono espresse le Vostre perplessità e contrarietà rispetto all’Isola Pedonale di giorno (ZTL DIURNA) ad Arona, a nome mio e della mia Amministrazione Vi ringrazio perché il Vostro scritto mi consente di fare alcune precisazioni e tornare su argomenti che stanno a cuore a tutti, ossia il turismo e il commercio. Innanzitutto desidero sottolineare, e del resto Voi ne siete perfettamente consci, che il commercio sta cambiando ed è necessario adeguarci a tale cambiamento per poterne trarre tutti giovamento. I centri commerciali subiscono e subiranno in modo sempre più violento la concorrenza di internet. Viceversa i “centri commerciali naturali” dei centri storici come il nostro, che è meraviglioso, cambiando approccio e restando al passo con i tempi, se non addirittura precorrendoli, potranno non solo sopravvivere ma contrastare efficacemente sia gli acquisti via internet che i centri commerciali.
Ritengo che tutto ciò sia possibile unendo le forze, ossia quello che abbiamo fatto con il Direttivo di Ascom/Confesercenti nel 2017. Arona è una città stupenda, con una crescita turistica in continuo incremento (i numeri appena resi noti lo confermano: una crescita dell’8,2% nel 2016, del 17,70% nel 2017 e dell’8,5% nel primo semestre 2018).
Negli ultimi anni sono stati organizzati eventi di portata internazionale (alcuni dei quali si terranno tutti gli anni) tra cui Aronairshow, la presenza unica dell’Arco di Palmira, Il Teatro sull’acqua, gli eventi della Proloco e molto altro ancora, che hanno permesso alla città di uscire dai confini non solo regionali bensì nazionali. Il piano e gli obiettivi dell’attuale Amministrazione sono sempre stati quelli di rendere la città ancora più accogliente, valorizzandone le rare bellezze artistiche, naturalistiche, storiche.
A questi scopi abbiamo riqualificato il centro storico, migliorato l’estetica della città, riaperto aree chiuse (tra cui il Lido e la Rocca) e pedonalizzato il centro storico aumentando i parcheggi (in Piazza Aldo Moro e con il Metropark, dotando la città di 430 posti auto in più gratuiti), ubicati a soli 300 metri dal centro. Un percorso che tra l’altro consente di costeggiare i bellissimi giardini e il lago fino a Corso Cavour. Vorrei inoltre ricordare che la nostra Amministrazione, in questi otto anni, ha riasfaltato tutte le traverse di Corso Cavour e realizzato tre chilometri di pista ciclabile in centro, a beneficio di tutti coloro che transitano in questa zona e fruiscono anche dei negozi.
Per entrare in temi più tecnici e di sicuro Vostro interesse, Vi rammento che abbiamo approvato norme di sgravi fiscali a favore dei commercianti che tolgano le barriere architettoniche nei propri locali, o di coloro che riaprano o amplino attività.
Stiamo inoltre ampliando di trenta posti il parcheggio di Piazzale Compagnia dei Quaranta, di altri cinquanta posti il parcheggio di Piazza Aldo Moro.
Ascom/Confesercenti ci ha sostenuto e aiutato e in questi ultimi anni la maggior parte dei commercianti ha rinnovato e migliorato le proprie attività (mi riferisco soprattutto ai bar, ai ristoranti, alle pizzerie che secondo il giudizio sia dei cittadini che dei turisti sono decisamente migliori di quelli di altre città). Moltissimi commercianti hanno saputo cogliere e sfruttare a proprio vantaggio il cambiamento del commercio e della nostra città, vincendo la sfida contro i “colossi” (internet e i mega centri commerciali).
La Vostra richiesta di rivalutare il tema dell’Isola Pedonale mi pare francamente una volontà di contrastare il futuro, che invece va affrontato per poter continuare a essere competitivi e non lasciarsi soffocare da altre realtà. Mi permetto di guardare un attimo indietro e di ricordarVi quanto segue.
Nel luglio del 2017, con un anno di preavviso e a seguito di numerosi incontri, è stato raggiunto un accordo tra il Comune di Arona e Ascom/Confesercenti che prevedeva l’Isola Pedonale sul lungolago Marconi dal venerdì alle ore 18.00 alla domenica alle ore 24.00, dal 1 giugno al 30 settembre e per tutto il mese di agosto.
Tale decisione è stata presa senza coercizione alcuna da parte dell’Amministrazione di Arona bensì in pieno accordo con tutto il Direttivo dell’Associazione Commercianti di allora e dell’Ascom Provinciale/Nazionale.
Nonostante ci sia ormai questo accordo, due settimane fa io e l’Assessore al Commercio abbiamo ricevuto una delegazione di “singoli commercianti” che avevano sottoscritto una lettera di richieste, firmata da 150 persone, nella quale si esprimeva, tra le tante, la richiesta di togliere l’Isola Pedonale sul lungolago Marconi durante le ore diurne. Numerose richieste dei commercianti sono state accettate dall’Amministrazione, tuttavia mi rammarica dover sottolineare che da parte del gruppo dei commercianti non c’è stata la stessa volontà di venirci incontro. A titolo di esempio abbiamo richiesto l’apertura serale dei negozi, che è stata negata con motivazioni comprensibili ma certamente contrarie a una logica di turismo e commercio.
Da una verifica è risultato inoltre che il “NO” all’Isola Pedonale è sostenuto da 72 attività; 116 sono invece favorevoli (questi dati risultano dai cartelli esposti in via Pertossi, Corso Cavour, Piazza del Popolo, via Poli, Lungolago Marconi, Corso Repubblica).
Mi pare evidente dunque che l’Isola Pedonale sia voluta non solo dai residenti e dai turisti ma anche dalla maggioranza delle attività commerciali. E credo siate d’accordo sul fatto che un Sindaco deve tenere conto del volere della maggioranza, sebbene sia suo dovere ascoltare tutti e accogliere commenti, dubbi e pareri contrari anche della minoranza.
Siamo pertanto assolutamente disponibili a rivalutare e rivedere il piano ZTL/Isola Pedonale, al termine del periodo concordato con ASCOM/Confesercenti oltre un anno fa, analizzando i dati dei corrispettivi e i redditi degli ultimi tre anni e magari a seguito di alcune concessioni da parte Vostra che potrò illustrarVi in un incontro a cui personalmente sono più che aperto, così come l’Amministrazione. Tra queste anticipo qui che vorrei venisse accolta l’idea di valutare l’apertura serale delle attività da giugno a settembre di ogni anno dalle ore 21.00 alle ore 23.30. Sono assolutamente d’accordo con Voi sul fatto che siete tutti portatori di unicità, tradizione, particolarità e bellezza: proprio per questo ritengo che il negozio tradizionale possa senz’altro competere e vincere la sfida nei confronti delle nuove realtà, a patto che non tema il futuro e studi e crei nuove idee per attrarre consumatori sempre più esigenti e attenti.
A volte fare un passo avanti significa conservare e migliorare ciò che di bello c’era già indietro…

IL SINDACO DI ARONA
Dr. Alberto Gusmeroli

Lascia un commento

commenti