Botta e risposta al comunicato del PD Arona su Valle Vevera

ComunediArona_EGS2011_12259_s

giovedì 27 settembre 2018 – Comunicato stampa Giunta Comunale
Risposta al comunicato stampa del Circolo PD su Valle Vevera del 26 settembre 2018
L’obiettivo della nostra Amministrazione dal 2010 a oggi è sempre stato quello di occuparci a 360 gradi della nostra Città. È imbarazzante dover dedicare del tempo per rispondere a un comunicato del circolo PD aronese che, per cinque anni prima di noi, ha amministrato in modo addirittura catastrofico, nel totale disinteresse del nostro territorio, Valle Vevera inclusa, consegnandoci una Città in generale stato di degrado, da nord a sud, frazioni comprese.
Abbiamo affrontato un lavoro immane, nonostante la drastica riduzione dei trasferimenti economici Stato-Comune e il famoso patto di stabilità che ingessava le poche risorse disponibili, scenari che hanno reso rocambolesco l’inizio al nostro progetto che prevedeva “l’allungamento ” della nostra Città, abbandonata a se stessa per incuria e mancanza di idee, da un’uscente amministrazione PD che in cinque anni non ha prodotto nulla.
Vogliamo ricordare cosa era Arona nel 2009?
Da nord a sud, la Rocca Borromea chiusa da anni e trasformatasi in una foresta, la nautica in totale degrado con zone addirittura pericolose per il pubblico, il lungolago Marconi inguardabile con sottoservizi e fogne che scaricavano liquami a lago, piazza San Graziano un parcheggio in asfalto, inguardabile, al centro storico della Città, la passeggiata di corso Repubblica, dalla farmacia Negri alla stazione, in uno stato pietoso con piastrelle degli anni trenta e i sottoservizi da rifare, il lido chiuso e diventato ritrovo di persone di malaffare, corso Europa abbandonato a se stesso, il parcheggio delle ferrovie chiuso e inutilizzato, la frazione di Mercurago un corpo estraneo alla Città con una piazzetta in degrado, con arredi urbani di quart’ordine, e marciapiedi senza protezione per i pedoni, Montrigiasco una frazione di cui nessuno si occupava, Dagnente dimenticata nonostante tante necessità espresse dai suoi abitanti. Per non parlare di asilo nido, scuole, caserme Carabinieri e Vigili del fuoco affamate di manutenzioni da decenni! E ancora, di marciapiedi semi distrutti, laddove esistenti, e mancanti in molte zone della Città in cui servivano.
Oggi, a distanza di otto anni dal nostro primo giorno di amministrazione, sembrano trascorsi secoli. Viviamo in una cittadina completamente rinnovata in ogni luogo, irriconoscibile e migliorata su tutto il territorio, compresa la Valle Vevera oggetto della critica del circolo PD aronese. Nello specifico recentemente sono stati appaltati 35.000 euro per lavori da eseguire sul Vevera fino a corso Europa, nel 2014 sono stati spesi 8.000 euro per interventi urgenti sul medesimo in via Monte Nero, nel 2011 40.000 euro investiti in difesa suoi spondali, e nel 2017 altri 20.000 euro per gli spondali in via Monte Nero. È Ancora, in Valle Vevera, sono stati finanziati lavori pari a 210.000 euro per la messa in sicurezza da movimenti franosi, il rifacimento del ponte sul Vevera sulla strada per Oleggio Castello e per la salita dopo il fabbricone.
Tutto ciò dimostra che la frase” fare tanto per fare”, contenuta nel comunicato del PD, è priva di ogni fondamento e pretestuosa, tipica di chi non ha argomenti, scritta per mettere in cattiva luce un’Amministrazione che in otto anni ha ridato vita a una Città immobile da trent’anni, che ha creato le basi per il rilancio di una cittadina oggi meta di turisti in costante crescita, cosa che genera opportunità per l’intero indotto. Tutto ciò grazie a un lavoro frutto di un progetto studiato e realizzato quotidianamente da tutta l’Amministrazione, con l’obiettivo di non tralasciare nulla e nessuno, proprio perché nel dna della nostra Amministrazione c’è la volontà di abbattere la barriera fra cittadini di serie A (centro) e di serie B (periferie) elevando tutta la Città dalla serie C, livello in cui versava Arona quando ci è stata consegnata dal PD.
Da ultimo la nostra Amministrazione organizza da anni la giornata ecologica per sensibilizzare i Cittadini a contribuire a mantenere pulita la nostra Città e il circolo PD aronese, invece di perdere tempo a scrivere e criticare, avrebbe potuto radunare simpatizzanti e non per rimuovere quel poco che emerge dalle foto allegate al CS ma, al solito, non perde occasione per far brutta figura con inchiostro sprecato in “vane parole e zero fatti”.
La Giunta Comunale

di seguito la risposta del Circolo PD Arona al comunicato della Giunta Comunale
giovedì 27 settembre 2018 – comunicato stampa PD Arona
Visto che al Sindaco Gusmeroli piace ricordare il passato, almeno per quello che a lui conviene, vorremmo precisare alcune cose.
Il PD, non ha mai amministrato la città di Arona – forse i troppi incarichi politici nazionali sfibrano la sua prodigiosa memoria, rendendo anche Lui umano – mentre prima del suo avvento c’è stata un’esperienza di governo della città connotata da un’amministrazione di sinistra e civica che ha operato, all’epoca, egregiamente sulle ceneri della fallimentare giunta (di destra) Velati.
Il sindaco fa rifermento al lavoro immane fatto dalla sua amministrazione a causa del taglio dei trasferimenti dovuto al patto di stabilità. Farebbe bene anche a ricordare che il patto di stabilità è stato introdotto per evitare il fallimento verso cui l’Italia era diretta, causa le politiche scellerate del governo di centro destra di allora, di cui il suo partito era parte integrante.
Se ora può permettersi di finanziare molte opere pubbliche deve ringraziare, da un lato i cittadini Aronesi, che ha spremuto alzando al massimo le tasse locali, dall’altro i recenti governi di centro sinistra che hanno risanato i conti dello stato permettendo ai comuni di utilizzare gli avanzi di amministrazione, allentando il patto di stabilità.
Dobbiamo registrare, nella superba risposta pervenuta, che purtroppo si ammette quello da noi evidenziato, cioè che per l’attuale amministrazione esiste una città di serie A (centro) e una città di Arona di serie B (periferie), tralasciando la semplicistica battuta della serie C.
Non solo, nel grezzo comunicato, si confermano altri due aspetti da noi sollecitati e per i quali non è pervenuta risposta, in quanto l’amministrazione tutta è responsabile e ci riferiamo alla Centrale Idro-elettrica con il depauperamento del Torrente Vevera, nonché delle abbandonate aree urbane abitate che si trovano nei pressi della Valle (invitiamo ad effettuare un sopralluogo) e che gli interventi fatti sul Torrente Vevera, così “minuziosamente” rendicontati, sono stati eseguiti solo nelle aree della Vevera bassa e non nella parte alta del Torrente, dove continua ad essere terra di nessuno.
Sembra oltretutto che l’esperienza passata non abbia insegnato niente, visto che ora si ritenta, con la Lega e il M5S al governo, la strada di sfasciare i conti pubblici.
Inoltre se il Sindaco ritiene che riportare le istanze dei molti cittadini sia una perdita di tempo ed uno spreco di inchiostro, allora siamo orgogliosi di perdere tempo e sprecare inchiostro per dare voce agli aronesi perché il nostro compito è anche quello di rappresentare coloro che si sentono trascurati da questa amministrazione, nonostante il muro di arroganza che spesso si erge a fronte di costruttive valutazioni e suggerimenti.
Caro Sindaco, Lei amministra questa città da 8 anni: si assuma le sue responsabilità e non faccia il solito parlamentare “scarica barile”!
Il Circolo PD di Arona-Dormelletto-Oleggio Castello

Lascia un commento

commenti