Legambiente presenta i risultati dei rifiuti raccolti sulle spiagge di Arona

ConferenzaStampa_IndagineRifiutisulleSpiagge_LegambienteArona_20180609_EGS2018_16206_s

sabato 9 giugno 2018 – ore 10.30, Aula Magna “Paolo Perucchetti”
Sabato 9 giugno presso l’Aula Magna del Comune di Arona, il Circolo di Legambiente “Gli Amici del Lago – onlus” hanno presentato i risultati della prima indagine sui rifiuti raccolti sulle spiagge di Arona, dai volontari del circolo locale di Legambiente alla spiaggia libera delle Rocchette il 7 maggio 2018 e sulle rive di punta Vevera in occasione della Giornata Ecologica organizzata dall’amministrazione comunale il 12 maggio 2018 e poi selezionali e catalogati in base al protocollo internazionale sviluppato nell’ambito dell’iniziativa MarineLitter Watch dell’Agenzia Europea dell’Ambiente.
Nella conferenza stampa a cui a preso parte anche il sindaco di Arona è stata fatta una comparazione con i dati nazionali e una serie di riflessioni e proposte per cercare di mitigare – almeno in parte – la diffusione delle plastiche (macro e micro) nell’ambiente e nelle acque di oceani, mari, laghi e fiumi. Una grave criticità ambientale a livello globale colpisce anche il Verbano, i suoi affluenti e tutto il bacino idrografico del Po.
Dall’indagine è emerso che nella spiaggia delle Rocchette la plastica è il materiale più trovato (61,61% degli oggetti) seguita da metallo (13,93%), vetro/ceramica (13,00%) e carta/cartone (5,26%) e il problema più grande è che i rifiuti non scompaiono, ma degradandosi nell’ambiente le plastiche si trasformano in microplastiche e hanno una via facilitata per entrare nella catena alimentare e contaminarla. Le microplastiche con la campagna “Goletta dei Laghi” da alcuni anni sono monitorate con Enea anche sul Lago Maggiore.

Scarica le slide di presentazione»

ascolta l’audio della conferenza stampa

Lascia un commento

commenti