L’associazione “Amico Disabile” scrive al sindaco per le barriere architettoniche

AmicoDisabileOnlus_logo

mercoledì 26 aprile 2017
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Amico Disabile Onlus

Gentile Sig. Sindaco Dr. Gusmeroli,
come Associazione “Amico Disabile” abbiamo con soddisfazione preso atto che Arona “PENSA ALLA GRANDE” portando riproduzioni 3D di archi distrutti.
Peccato che sulle situazioni che riguardano l’esistente, frutto di azioni errate del passato, che dovrebbero essere messe sotto stretto controllo, perché vissute quotidianamente dai non deambulanti, si “PENSI IN PICCOLO” e con superficialità. Ad un “cittadino NOTO” che ricordava le barriere architettoniche dei negozi, sempre lì presenti, ha risposto che avete approvato una “NORMA COMUNALE” che permette di effettuare interventi recuperando di fatto il 100%.
Forse ha dimenticato che la legge sull’abbattimento delle barriere architettoniche vige dagli anni 90, e la cosa non riguarda solo gli esercizi commerciali ma tutti gli altri luoghi aperti al pubblico. Altro che citare l’Ascom che ha inviato una lettera per “pubblicizzare la norma”. Il Comune deve imporre il rispetto delle norme e controllarne l’applicazione non bearsi delle lettere di pubblicità. Vi è poi il capitolo “plateatici”, che abbiamo, più volte, invano, richiamato alla sua attenzione, che bisogna affrontare con serietà e sollecitudine. Tra tanti sparsi per Arona, di cui potremmo fare un lungo elenco, più evidenti dal punto di vista della impraticabilità e dell’impedimento sono quelli posizionati in Corso Repubblica (già oggetto di ns. specifica lettera del 2/5/16 prot. N. 0017941/2016 del 3/5/16 a cui lei, in un anno, non ha mai risposto). Il Comune ha il dovere di effettuare controlli dedicati e di invitare a porre rimedio con sollecitudine (altro che incentivi!). Anche per congruità nei confronti di chi ha effettuato tutte le azioni necessarie con oneri a suo carico, e per l’immagine complessiva che vogliamo mostrare di Arona. Non è ormai più tollerabile che vi siano situazioni di questo tipo, fra l’altro si potrebbe regolarizzare il tutto a costo pressoché nullo per il Comune. Riguardo all’accesso per i disabili ai locali della delegata per la riscossione tributi in via Milano, le ricordiamo che il problema è stato da noi sollevato con una lettera dedicata. Quando il Comune pretenderà la messa a norma e finalmente la sua fruibilità?
Ringraziandola per il suo “PENSARE IN GRANDE” nell’organizzare eventi per la città ci auguriamo lo stesso nel permettere alle persone meno fortunate di poter apprezzarli, e sicuri, questa volta (?), di un suo sollecito interessamento, voglia gradire i nostri più sinceri auspici di buon lavoro.
Cordialmente,
Arona, 22 Aprile 2017
Il Presidente di Amico Disabile
Ing. Pellegrino CAMERINO

Lascia un commento

commenti