Mancata discussione del documento sull’ospedale

ConsiglioComunale_20151110_CriArona_EGS2015_35860_s

Comunicato stampa del 11/11/2015 Gruppo Consigliare Costruiamo il Futuro

Durante la seduta del consiglio comunale del 10 novembre 2015 alle ore 20.30 presso la sede del comitato locale della Croce Rossa Italiana in via General Chinotto, il nostro gruppo ha presentato un ordine del giorno per chiedere che il Consiglio comunale di Arona esprimesse la propria netta contrarietà a qualsiasi ipotesi di riduzione di posti letto all’Ospedale di Borgomanero (alcune voci parlano di un taglio di 50 posti, altre addirittura di 80).
Il nostro territorio, in modo particolare quello di Arona, ha già notevolmente contribuito nel recente passato a garantire ingenti risparmi di spesa in materia di sanità. Un eventuale nuovo taglio porterebbe ad un dimezzamento dei posti letti ospedalieri garantiti soltanto tre anni fa!
Lo scopo di tale iniziativa era da un lato, di permettere al massimo organo cittadino di discutere di una questione estremamente rilevante per il nostro territorio; dall’altro, dare un forte sostegno alle iniziative dei Sindaci impegnati su questo fronte, con quello che immaginavamo sarebbe stato un voto unanime del Consiglio.
Siamo rimasti quindi basiti di fronte alla scelta di Gusmeroli e della sua maggioranza di non voler neppure discutere della questione. Una scelta priva di ogni logica: se sono anche loro contrari alla riduzione di posti letto a Borgomanero, perché non esplicitarlo con un voto unanime?
A questo punto speriamo – ma non ne siamo più del tutto sicuri – che davvero siano contrari al taglio, e che impedire la discussione sia stato solo l’ennesimo gesto di prepotenza e di arroganza di un Sindaco che ormai evidentemente pensa di essere il Re Sole. Sarebbe invece grave se qualcuno pensasse di potersi accontentare della promessa di soli 12 posti letto di continuità assistenziale ad Arona, a fronte di 80 a rischio a Borgomanero, e che il nostro territorio possa esimersi dall’opporsi energicamente a questa ipotesi di ulteriori tagli.
Il recente passato dimostra che i territori che si sono battuti per salvaguardare i propri servizi hanno ottenuto risultati tangibili. Il nostro territorio, invece, a causa dell’atteggiamento supino di tanti Sindaci, ad iniziare da Gusmeroli, è stato e rischia di continuare ad essere gravemente penalizzato.
Se ci fosse stata data almeno la possibilità di discutere la questione, non avremmo abbandonato l’aula. La scelta di uscire è stata imposta dall’ennesima prevaricazione messa in atto dalla maggioranza, che dopo aver svilito lo strumento delle interrogazioni, ora si oppone anche alla discussione degli ordini del giorno.
Precisiamo che la scelta di abbandonare l’aula, se fosse stata impedita la discussione, era stata concordata dall’intero gruppo, compresa quindi la cons. Carla Torelli, la sera prima della seduta.
Non comprendiamo pertanto le ragioni dell’improvviso cambio di rotta della cons. Torelli, con la quale è necessario e urgente un chiarimento.

11 novembre 2015
Nino Muscarà, Alessandro Travaini


Ascolta la lettura del punto da porre all’ordine del giorno da parte del consigliere Alessandro Travaini (min. 17:20) e la risposta del sindaco Alberto Gusmeroli (min. 20:10) dall’audio della registrazione del consiglio comunale
http://www.comune.arona.no.it/index.php/registrazioni-audio-dei-consigli-comunali.html