70° Anniversario Avis Arona

domenica 19 settembre 2021 
Domenica 19 settembre si sono svolte la celebrazioni del 70° Anniversario di fondazione dell’Avis Arona. Alle ore 10.00 nella chiesa di San Graziano il parroco don Claudio Leonardi ha celebrato la Santa Messa. A causa del maltempo la consegna delle benemerenze si è svolta al parco della Rocca di Arona sotto una tensostruttura.

Avis Arona, calato il sipario dei festeggiamenti del 70° di fondazione, premiati i donatori “d’oro”
Avis Arona in festa per i 70 anni di fondazione. I veri protagonisti sono stati i donatori, quanti donano il proprio sangue e il proprio tempo a favore del grande e indispensabile mondo Avis. Domenica si è entrato nel vivo dei festeggiamenti dei tre intensi (dal 17 al 19 settembre) e partecipati giorni dedicati al 70° di fondazione della sezione Avis Arona. Purtroppo, sotto una pioggia torrenziale, che però non ha spento la gioia della significativa ricorrenza, nel tendone attrezzato presso il Parco della Rocca Borromea, sono stati consegnati i riconoscimenti per numero di donazioni e anni di attività nell’associazione: dall’oro al rubino, dallo smeraldo al diamante: per un totale di 276 premiati. Una pergamena e la medaglietta il regalo della sezione ai donatori. Una domenica ricca a scandire la festa comunitaria con la cittadinanza, i soci, i volontari e quanti contribuiscono a mantenere viva l’associazione nata nel lontano 26 giugno 1951. Se la sezione avisina aronese è ancora viva e punto di riferimento importante anche a livello provinciale, lo è soprattutto grazie ai donatori che hanno creduto nell’importanza del dono sincero e disinteressato. Il vero patrimonio di Avis. A loro sono state consegnate le benemerenze per quanti si sono distinti negli anni con la donazione: la più importante, l’oro con diamante, a Narciso Brunoni, Renato Caron, Vincenzo Guglielmi, Mauro Isolini, Marco Marini, Giampiero Marino, Corrado Schio Mavilo, Cataldo Sparacino per le oltre 130 donazioni. 129 quelle d’oro per i soci con almeno 50 donazioni, 73 d’oro con rubino a chi ne ha effettuate almeno 60, 18 gli oro con smeraldo per chi ha alle spalle più di 75 donazioni. «Auguri per questi 70 anni: non è una ricorrenza scontata – ha sottolineato il presidente Avis della Regione Piemonte Luca Vannelli – 70 anni sono un significativo momento di riflessione, su quello che è stato fatto nel passato, vivendo il presente, proiettandosi con lo stesso entusiasmo al domani. Non è un traguardo, ma un significativo giro di boa che vi proietta verso il futuro. Una sezione quella di Avis Arona molto importante, che sta facendo un grande lavoro. Avete un bel gruppo giovani, una risorsa dell’Avis e il futuro dell’associazione». «L’Avis Arona è quella sicuramente tra le comunali più attive e laboriose della Provincia di Novara. Un grande lavoro fatto nel corso della storia – ha sottolineato il presidente provinciale Gianfranco Borsotti – Fondamentale è il valore dei giovani: il problema demografico che si presenterà tra una ventina d’anni è così grave che ci impone di “reclutare” e coinvolgere i giovani». E l’obiettivo confermato dal presidente Avis Arona Cesare Moriggia è proprio quello «per il prossimo anno di acquisire tra le fila dell’associazione nuovi donatori giovani proseguendo anche con l’opera del Gruppo Giovani, guidato da Davide Zirotti, sensibilizzando sempre più i ragazzi dai 18 ai 30 anni alla donazione. Raggiungiamo il prestigioso traguardo dei settant’anni in un momento tanto delicato e critico per la salute di tutti, ma Avis Arona ha dimostrato di esserci – ha aggiunto – I donatori sono stati encomiabili anche durante i mesi più duri della pandemia e rappresentare 1300 soci così sensibili verso il prossimo è per me un onore: da qui vogliamo ripartire». I festeggiamenti si erano aperti con la messa del donatore in chiesa San Graziano officiata da don Claudio Leonardi per poi concludersi con il rinfresco-aperitivo offerto ai soci in Rocca, dove in tarda mattinata è tornato il sereno. Parole di stima e riconoscenza per Avis Arona sono giunte anche dal sindaco di Arona Federico Monti e dagli assessori Marina Grassani e Chiara Autunno. Inaugurato e concluso con la spensieratezza e la leggerezza di una serata a teatro (nella sala polivalente San Carlo, ad ingresso gratuito) il longevo compleanno di Avis Arona con protagonisti, venerdì 17 settembre, la compagnia “Amici per un sogno” di Gravellona Toce con la regia di Renata Mariotti nello spettacolo teatrale in debutto “Calendar girls”, un nuovo lavoro teatrale cucito appositamente per il 70esimo compleanno di Avis Arona, e lo spettacolo teatrale proposto dal Gruppo Giovani, domenica 19 settembre, con la compagnia verbanese “Quattrogatti” e la loro coinvolgente commedia brillante in due atti “Out of Order – Camere con svista”. Le 70 candeline spente dalla sezione avisina aronese sono state anche l’occasione per ricordare gli anniversari di gemellaggio con la città francese di Compiègne e la città belga di Huy con le quali la sezione è unita rispettivamente da 60 e 55 anni.
Ufficio stampa Avis Arona: Maria Nausica Bucci