Carlo Intelisano candidato sindaco per “Lago della Bilancia”

Presentazione_Lista_LagodellaBilancia_CarloIntelisano_20200722_EGS2020_07520_s

mercoledì 22 luglio 2020 – ore 18.00, Jimmy’s Keiler Arona – Via Matteotti 
Si è presentato alla stampa mercoledì 22 luglio Carlo Intelisano candidato sindaco di Arona per il gruppo apolitico “Lago della bilancia”, 56 anni, geometra è impiegato comunale presso il comune di Sesto Calende. Il semplice logo rappresenta gli obbiettivi della lista, sovrappone al lago Maggiore una bilancia perfetto equilibrio per rappresentare un movimento di equilibrio.
Intelisano dopo la lettura del comunicato stampa ha illustrato nel dettaglio le prime proposte che erano già state comunicate nel comunicato del 12 luglio, ricordando più volte «prima di tutto gli aronesi, devono essere al primo posto», la ricerca dei voti è tra il “partito degli astensionisti”, ma vuole raccogliere anche il malcontento perchè ha constatato personalmente negli incontri con i cittadini il “timore di esporsi”.

Comunicato stampa di presentazione
Lago della bilancia vuole una città più equilibrata, più bilanciata verso le esigenze degli aronesi, non dei soliti noti, ma di tutti gli aronesi.
Vuole difendere e propugnare l’esigenza di un abbassamento delle tasse come l’addizionale Irpef, la più cara del territorio, consentire tariffe per i parcheggi differenziate e più basse per i residenti, come avviene in altre città (mentre ad Arona si regalano posti auto gratis ai NON Residenti), aprire convenzioni ad hoc per i servizi con le realtà lavorative della città. La città deve essere in primis per gli aronesi, che pagano le tasse e usufruiscono dei servizi.
Una città con maggior senso civico rispetto delle regole che devono essere rispettate non con la gentilezza o con i proclami su FB, ma con controlli ed eventuali sanzioni, senza chiudere un occhio o due come avvenuto finora. Vigileremo sugli sprechi di denaro pubblico, che valgono doppio in quanto denaro di tutti: sprechi che combatteremo in tutti i modi in consiglio comunale e anche in altre sedi se necessario.
Sprechi come quello della filodifussione, costata 60.000 euro ed utilizzata pochi giorni.
Siamo contro l’effimero ed il superfluo: siamo contro chi decide che una critica o un’osservazione siano per forza azioni negative.

Per una città migliore, le prime proposte del “Lago della Bilancia”