La comunità aronese saluta Sorella Noemi

Messa_Saluto_SuorNoemi_SuoreFrancescanedelVangelo_20190817_EGS2019_29295_s

sabato 17 agosto 2019 – ore 18.00, Chiesa Collegiata di Santa Maria 
La comunità aronese nella celebrazione di sabato 17 agosto alle 18.00 ha salutato sorella Noemi delle Sorelle Francescane del Vangelo. Sorella Noemi è stata nominata dalla sua congregazione responsabile dell’ufficio missioni che coordina l’evangelizzazione nelle parrocchie italiane e da martedì con il suo rientro a Palermo si occuperà di questa missione in tutta Italia. Il ringraziamento è stato accompagnato nelle comunità parrocchiali di Dagnente nella messa dell’Assunta ad Arona e a Montrigiasco al termine della Processione Mariana con tre piccoli segni: miele, fiammiferi e semi. La prossima settimana la comunità saluterà anche Sorella Anna che continuerà la sua missione a Roma.

Dal bollettino parrocchiale di domenica 18 agosto 2019
Grazie, sorella Noemi – miele, fiammiferi e semi
Hai camminato sulle strade di Arona, di Dagnente e di Montrigiasco con passo veloce, hai suonato — con le tue consorelle — a tanti campanelli per incontrare giovani coppie gioiose per la nascita di un figlio, per portare un sorriso evangelico, per ravvivare l’esperienza di fede… Ora la tua famiglia religiosa ti chiede un nuovo servizio a largo raggio, su è giù per l’Italia, per annunciare — come le donne al mattino di Pasqua — che Gesù è risorto e ora vive per sempre. Chi annuncia il vangelo non deve avere tanti bagagli: solo l’essenziale: la veste, i sandali_ perché la ricchezza da comunicare è sempre ed ovunque Gesù Cristo. Le nostre comunità parrocchiali ti accompagnano in questo nuovo servizio alla Chiesa con tre piccoli segni:
un vasetto di miele. San Francesco di Sales scriveva che si prendono più mosche con una goccia di miele che non con un barile di aceto: è un suggerimento autorevole che ci viene da un Dottore della Chiesa ma è già uno stile che noi abbiamo potuto sperimentare e vedere in te;
un sacchetto di semi. Il seme è piccolo ma ha una grande forza: rompe la scorza della terra pere germogliare. Non sempre chi semina giunge a vedere la spiga ed un nuovo seme… ma Gesù stesso presenta l’azione di annuncio del vangelo come una seminagione abbondante, generosa, senza risparmi. Tra noi non ti sei tirata indietro ma largamente hai dato… e ti siamo riconoscenti.
una scatola di fiammiferi. Quando il buio è fitto e non sembra vincibile, basta accendere un fiammifero per vincerlo. Il riferimento è soprattutto al vangelo di questa domenica: “Sono venuto a portare il fuoco sulla terra… e come vorrei che divampasse” Siamo sicuri che il “suo” fuoco non è un fuoco che distrugge ma che illumina, riscalda, purifica… Ti è chiesto di metterti a realizzare questo progetto evangelico. Anche in questo caso non ti manca l’esperienza: ti viene chiesto di metterla a disposizione di tante comunità su è giù per l’Italia. E ce la farai!
Tre piccoli segni dunque per dirti — con semplicità francescana — la nostra gratitudine, “Va’ e annuncia i miei fratelli …” dice il risorto ad una donna il mattino di Pasqua. Anche tu fa così! Ti salutiamo con la certezza che il Signore ti accompagna. E anche noi lo faremo con la preghiera, certi che tu farai altrettanto.

A sorella Noemi subentra, come responsabile della comunità, sorella Alba che, con le consorelle che giungeranno, continuerà l’impegno di annunciare il vangelo tra noi.

ascolta il saluto di sorella Noemi

Lascia un commento

commenti