Una tavola rotonda sul tema “La disabilità fisica”

TavolaRotonda_LaDisabilitaFisica_PartecipazioneeSolidarieta_20180413_EGS2018_06630_s

venerdì 13 aprile 2018 – ore 20.45, Aula Magna “Paolo Perucchetti”
Presso l’Aula Magna del Comune di Arona, l’associazione Partecipazione e Solidarietà ha tenuto una tavola rotonda sul tema “La disabilità fisica: inserimento lavorativo, assistenza, tempo libero”. Alla serata sono intervenuti Maria Cristina Saletta dell’Agenzia Piemonte Lavoro, Centro per l’Impiego di Omegna che ha illustrato il collocamento mirato, una lista speciale dedicata ai disabili che vengono seguiti nel loro inserimento lavorativo. Franca Stella Sola della Regione Piemonte, Settore Relazioni con il Pubblico ha presentato il lavoro che la Regione Piemonte sta svolgendo per migliorare il portale della regione inserendo le informazioni della disabilità sotto unica voce. La parola è poi passata all’imprenditore Roberto Buttà che ha raccontato come può cambiare un’azienda e lo stimolo che una persona disabile può dare in un ambiente di lavoro, l’integrazione che ha compiuto con il personale e i tutor che li supportano nell’attività lavorativa. Nell’organico della sua azienda di 100 dipendenti ad oggi ha inserito 8 persone con diverse disabilità.
Nella seconda parte degli interventi la serata è stata dedicata alle possibilità di intervento sul territorio per l’inserimento sociale. Daniele Guccione, laureato in economia, ha scritto una tesi dedicata al turismo accessibile ed ha illustrato cosa si intende con questo termine che non è solo legato alle difficoltà motorie, ma vuol dire accedere a delle informazioni per trascorrere al meglio un giorno di relax mettendo a tutti a disposizione il maggior numero di informazioni possibili in base alle varie disabilità. Un esempio, il comune di Arona nonostante sia tutto accessibile per un disabile in carrozzina, per arrivare nell’Aula Magna, non conoscendo il percorso non può accedere direttamente.
A concludere l’incontro l’intervento di Ugo Negri segretario dell’Associazione “Il Timone” di Novara che segue ragazzi e bambini con difficoltà cognitive. Ha illustrato l’esperienza nel settore sportivo con percorsi dedicati. Associazione importante sul territorio che aiuta a sopperire quello che non si riesce ad avere dal servizio sanitario. L’associazione ha attivato anche un percorso delle autonomie nella visione del “Dopo di noi”, per portarli al massimo delle autonomie per vivere il loro dopo di noi in strutture residenziali, parenti ecc. e affrontando anche il tema con i genitori che a volte sono i primi ad essere a disagio.
La serata moderata dal prof. Giannino Piana, presidente dell’associazione Partecipazione e Solidarietà è stata molto utile per sensibilizzare il tema della disabilità e per essere di stimolo e crescita.

ascolta l’audio dell’incontro

Lascia un commento

commenti