Vittorino Andreoli a il Teatro sull’Acqua

festivaldelleduerocche2016_vittorinoandreoli_20160909_egs2016_27853_s

venerdì 9 settembre 2016 – ore 18.30, Piazza San Graziano
Vittorino Andreoli ha dialogato con Dacia Maraini e ha presentato il suo ultimo libro “La nuova disciplina del benessere. Vivere il meglio possibile” – Marsilio 2016. Psichiatra di fama mondiale, è stato direttore del Dipartimento di Psichiatria di Verona – Soave ed è membro della New York Academy of Sciences.

Cronaca dell’incontro dal profilo twitter di Teatro sull’Acqua twitter.com/teatrosullacqua
@teatrosullacqua: Ora in Piazza San Graziano Dacia Maraini dialoga con Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: Vittorino Andreoli presenta il suo ultimo libro edito @MarsilioEditori “La nuova disciplina del Benessere”
@teatrosullacqua: “La vergogna arrossisce, ha il controllo esterno. La colpa impallidisce. La nostra società ha perso la vergogna” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “Chi pensa di non aver mai provato la frustrazione si fermi e mi aspetti a fine incontro che iniziamo una terapia di Piazza” Vittorino
@teatrosullacqua: “Noi esprimiamo la maggior parte della violenza anche solo verbale la rivolgiamo a chi più vogliamo bene” Vittorino
@teatrosullacqua: “Sfoghiamo la nostra rabbia nella casa, pensando quasi di avere la licenza di farlo” Vittorino
@teatrosullacqua: “Anche se microscopici dobbiamo essere degli esempi, con le nostre azioni, della fiducia” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “La sessualità è il piacere più democratico, proprio di tutti aldilà del censo e del ceto” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “Sorridete! È una grande conquista dell’uomo!” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “La straordinarietà della donna è nel trovare piacere nell’attesa del figlio” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “È importantissimo il secretum, l’individualità e la personalità si lega al segreto” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “L’oblio è una cosa meravigliosa, ma i computer non cancellano, per quanto la memoria umana sia in continua rielaborazione” Vittorino
@teatrosullacqua: “La mia preoccupazione è la sostituzione della digital life alla human life” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “La memoria è creativa, è rielaborazione, non è un magazzino” Vittorino Andreoli
@teatrosullacqua: “La vecchiaia non è una malattia” Vittorino Andreoli