Arona Parco “Insieme”!!! Non per tutti

lunedì 8 novembre 2021 – Comunicato stampa “Lago della Bilancia” 
Sento il dovere e la necessità di esprimere un mio pensiero personale sul nuovo parco denominato “INSIEME” sito in via Monte Nero, mi rammarica, e non poco, che l’Amministrazione Comunale non tenga conto nella progettazione/realizzazione un fattore molto importante che consiste nell’istallazione di strutture idonee per bambini con disabilità.
Quando si progetta un parco giochi, occorre tener ben presente alcuni aspetti fondamentali, con questo mi riferisco alla mancata realizzazione di un parco gioco inclusivo, accessibile e fruibile da tutti i bambini, senza alcuna distinzione.
Il concetto di accessibilità è parte integrante della vita di ogni giorno, dove non esistono barriere che limitano il movimento alla persona con disabilità in nessun luogo e consentono a tutti la libera fruizione ovunque.
Non è un problema di costi, come siamo sempre abituati a credere, ma è semplicemente una questione di progettazione. Migliore progettazione degli spazi, delle strutture, degli accessi.
Ogni città può creare un’inclusione a 360° che nasce dalla base, ove esiste la volontà di offrire un parco per tutti, coinvolgendo sponsor e cittadinanza.
È così che il gioco diventa inclusivo, senza barriere o interruzioni, permettendo a bambini di tutte le età e abilità di giocare insieme.
“Metti l’inclusione e insieme” faremo felici tanti bambini…
Penso che queste poche righe abbiano colto nel pensiero e soprattutto nel cuore chi di dovere, e magari di integrare quel gioco “mancante” che possa rendere felice il bambino con la gioia dei genitori.
Anche Angelo Scircoli candidato consigliere nella lista civica Lago della bilancia delle elezioni comunali 2020 commenta: ”esprimo il mio rammarico verso un’ottica di inclusione dove i più fragili si sentiranno esclusi. Inoltre vorrei far notare che se il nuovo parco si integra con quello già esistente dall’altra parte della strada, la realizzazione di un attraversamento pedonale potrebbe renderli più in sicurezza”.
Progettiamo, realizziamo opere pensando alle persone meno fortunate, anche loro sono parte integrante della società e per questo vanno “INCLUSE”.
Questo non vuole essere una critica, ma bensì uno stimolo all’Amministrazione ad andare avanti e dare ascolto al cittadino, per una città migliore e per la felicità di qualche bambino meno fortunato di altri.

Carlo Intelisano – Lago della bilancia