Arona movida di notte e di giorno

LagodellaBilancia_logo_s

lunedì 6 gennaio 2019 – Comunicato stampa “Lago della Bilancia”
Il Gruppo “Lago della Bilancia” si propone di fornire idee per Arona. Il nome “Lago della bilancia” indica due aspetti: l’equità tra le parti in campo e la mancanza di strutture gerarchiche di partito od interessi personali: solo idee leggere, snelle e concrete. Sul tema della Movida notturna “Selvaggia” abbiamo questa situazione.
Su di un piatto della bilancia: le decine di atti di vandalismo, i giovani ubriachi che ogni fine settimana la CRI soccorre, la sporcizia industriale che i netturbini devono rimuovere ogni mattina nei week-end, l’impossibilità di transitare, in assenza di ZTL, sul lungolago davanti ai locali a causa della presenza di centinaia di giovani e giovanissimi con birre e vino in mano. Sull’altro piatto l’Amministrazione Comunale che si è dotata di vari strumenti, non ultime le body cam per i Vigili Urbani, è sotto la guida di un ex comandante dei Vigili Urbani di Milano di grande esperienza e valore definito dal candidato Monti “Il Ronaldo della Giunta” che ha riempito il lungolago di costose telecamere. I risultati però sono evidenziati dai numeri. Nonostante le varie uscite dei Vigili Urbani da anni non sono state emesse sanzioni per le ordinanze palesemente violate (ad esempio chiusura orari locali, bottiglie da asporto, alcol somministrato ai minori).
Il nuovo candidato del PD parla di “problema sociale” di “disagio giovanile”, ma ricordiamo che gran parte dei giovani che creano problemi giungono da fuori città. Sono gli Aronesi a subire il problema. Servono, come suggerito dal Pd, esperti sociologi, psicologi per analizzare il problema? Consulenti da migliaia di euro a spese della cittadinanza? Servono dei Vigilantes pagati finora dal Comune (costo 20.000 euro annui) che non possono sanzionare?
Servirebbe invece che la Polizia Municipale, già retribuita con i soldi pubblici, invece di blandire o di effettuare uscite serali/notturne con Giunta al seguito come avvenuto nell’estate scorsa intervenga seriamente sul problema a tutela di chi risiede non solo nella zona, ma di tutti gli Aronesi? Inoltre visti i principali aspetti della “Movida notturna” merita qualche osservazione la “Movida diurna” ovvero le migliaia di forestieri che durante i fine settimana invadono Arona soprattutto quando sono stimolati dalla continua organizzazione di eventi con finanziamenti anche pubblici.
Secondo una banale analisi costi-benefici è chiaro che i benefici sono soprattutto per i bar-ristoranti ed il commercio in genere, mentre i costi sono per i residenti (caos viario, difficoltà di parcheggio, smaltimento rifiuti). Secondo una visione critica i cittadini inconsapevoli con i soldi delle tasse pagano il loro disagio, mentre la politica si fa bella ! Nessuno auspica una città dormitorio o morta di giorno, ma perché escludere una differente ripartizione di oneri ed onori? Magari con una attenta analisi dei bilanci economici in grado di guardare a valutazioni più eque ed equilibrate.
Cosa ne pensano i politici? Attendiamo le loro risposte.
Carlo Intelisano
Referente del Gruppo “Lago della Bilancia”

Siamo un gruppo di persone Aronesi che si sono “aggregate” per discutere, affrontare e sviluppare i problemi che riguardano la nostra città.
Raccogliamo idee, soluzioni ove possibile, da proporre e portare avanti con quella che sarà la nuova Amministrazione della città, da questo il nome che ci siamo dati al gruppo “Lago della bilancia”.
Il primo problema che ci siamo sentiti di affrontare è appunto quello della movida, stilando questo “articolo” e nella speranza che giunga a chi di dovere.