Trofeo Nazionale d’arte contemporanea “Il Templarino” 2018

InaugurazioneMostra_IlTemplarino2018_20180728_EGS2018_25757_s

da sabato 28 luglio a mercoledì 15 agosto 2018 – Spazio Moderno, Via Martiri della Libertà
Sabato 28 luglio alle ore 17.30 presso lo Spazio Moderno in via Martiri della Libertà 38 ad Arona è stata inaugurata la mostra che raccoglie le opere legate al secondo Trofeo Nazionale d’arte contemporanea “Il Templarino”. Quarantaquattro gli artisti selezionati e cinque le sezioni del concorso: pittura, scultura, incisione, installazione e fotografia. Il percorso consente di approcciarsi all’arte contemporanea italiana attraverso i protagonisti della stessa.
Il Trofeo è organizzato e patrocinato dall’Ordine Militare e Religioso dei Cavalieri di Cristo, Gran Priorato d’Italia, (O.M.R.C.C.) Delegazione di Novara, nella persona del Delegato pro tempore e Cancelliere Marco Benedetti, alla sua seconda esperienza dopo quella castellettese dello scorso anno. L’Ordine ha tra i propri scopi la beneficenza e la promozione della cultura e dell’arte e proprio per raggiungere entrambe le finalità la somma ricavata dall”evento è stata devoluta al Ristoro Primavera di Meina, bar-ristorante gestito da un giovane gruppo di persone, tra cui 12 ragazzi dell’Associazione Genitori Bambini Down; il progetto del ristoro favorisce l’inclusione e permette ai ragazzi di svolgere un’attività che consente loro di raggiungere l’indipendenza economica..
Sono intervenuti il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli con l’assessore ai servizi sociali Marina Grassani della Città Arona, il presidente dell’associazione ArteadArona prof. Giancarlo Fantini, il presidente della Cooperativa LavorAbile Gilberto Fossati per il progetto Ristoro Primavera di Meina voluto fortemente dall’Associazione Genitori Bambini Down di Arona (AGDB) che ha ricevuto dall’ordine un assegno di 600€, il Gran Priore Antonio Di Francesco e il Delegato pro tempore Marco Benedetti dell’O.M.R.C.C., il presidente della Giuria prof.ssa Federica Mingozzi.
Sono stati premiati per la sezione pittura Emilia Alberganti, scultura Giuseppe Pero, installazione Giugi Bassani, china su incisione Nicola Malcangio e fotografia Ramon Manchovas. A tutti gli artisti selezionati è stata consegnata una pergamena di merito con una motivazione tratta da Jean-Jacques Rousseau: “Io so e sento che fare del bene è la vera felicità di cui il cuore umano può godere”
L’esposizione sarà visitabile fino al 16 agosto tutti i giorni dalle ore 16.00 alle 19.00, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

Lascia un commento

commenti