Intitolata una rotonda ai Caduti del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco

Intitolazione_Rotonda_CadutidelCorpoNazionaleVigilidelFuoco_20200215_EGS2020_03120_s

sabato 15 Febbraio 2020 – ore 11.00, Rotatoria di Corso Liberazione 
È stata intitolata sabato 15 febbraio alle ore 11.00 ad Arona la rotatoria di intersezione tra Corso Liberazione, via Matteotti e via Roma, alla memoria dei “Caduti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Alla cerimonia hanno preso parte le associazioni e autorità locali tra cui Giovanni Grazioli sindaco di Pombia, Fabrizio Barbieri sindaco di Meina e Giorgio Angeleri sindaco di Orta. Sono intervenuti il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli, Ciro Bolognese Comandante provinciale Vigili del Fuoco di Novara e Pietro Viola Vicedirettore Antincendio Vigili del Fuoco di Alessandria, che hanno ricordato gli ultimi tre caduti del Corpo Nazionale, Antonio, Marco e Matteo deceduti nell’esplosione dello scorso novembre a Quargnento.
Il sindaco Gusmeroli ha dato lettura del messaggio inviato da Alessandro Basile del sindacato autonomo regionale VVF che con il Vigile Gianpiero Ferretti responsabile del Conapo di Arona avevano presentato nel 2017 una lettera di richiesta d’intitolazione di una via, piazza o rotonda ai caduti del corpo dei Vigili del Fuoco.
La cerimonia è stata accompagnata della Nuova Filarmonica Aronese e per lo svolgimento della manifestazione, Arona si è fermata, Corso Liberazione, la via principale della città è stata chiusa al traffico.
EGS – CC By Nc Nd.

Essere un soccorritore significa operare in squadra e per la squadra al fine di raggiungere un obiettivo e portare, sempre, a casa la pelle! A volte, però, succede che la morte ha la meglio sulla vita e uno o più membri di quella squadra vengono a mancare durante l’espletamento della loro missione istituzionale, lasciandosi dietro un vuoto incolmabile. Questa perdita lacera per sempre mogli, mariti, figli, parenti, amici, colleghi e l’intera comunità. Anche se cerchiamo di riempire questo vuoto con delle spiegazioni retoriche, nulla potrà mai riportarci indietro questi compagni di vita che ci sono stati strappati via. L’unica consolazione che ci resta risiede nel vivido ricordo impresso nelle menti di chi ha condiviso con loro istanti felici, momenti unici o semplicemente un’uscita in intervento con la nostra amata divisa da Vigile del Fuoco ad aiutare chi è in difficoltà.
Questa rotonda è dedicata a tutti coloro che non sono più al nostro fianco sull’autobotte, ma che rimarranno componenti della grande famiglia del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.
Un sentito ringraziamento va a nome mio e di tutto il Conapo Piemonte al Sindaco Alberto Gusmeroli e a tutto il Comune di Arona che si è sempre dimostrato amico dei pompieri e che grazie a questa rotonda ha dato la possibilità di non dimenticare i nostri fratelli caduti.
Novara, 11 febbraio 2020
La Segreteria Regionale Piemonte Conapo Sindacato Autonomo VVF
Alessandro Basile

ascolta l’audio della cerimonia